Lipizer, le "Contaminazioni del '900" strappano applausi alla platea goriziana

Il settimo 'Concerto della sera", organizzato dall'associazione 'Lipizer" e svoltosi all'auditorium di via Roma, ha portato 'una ventata di novità" molto interessante, dall'azzeccato titolo 'Contaminazioni del ‘900" coinvolgendo i tre autori proposti: Piazzolla, nato in Argentina e vissuto a lungo a New York e Parigi, Stravinski, nato in Russia, vissuto anch'egli in Francia, quindi naturalizzato americano, infine Bartók, nato in Transilvania e vissuto a New York, e già questi 'spostamenti", con relative conoscenze di musiche alternative, ci parlano di contaminazioni, come dal tema della serata.
Tutte le composizioni di questi tre autori, passando dalla musica classica sono state arricchite da elementi etnici, ritmi e chiaroscuri innovatori. Veramente 'trascinanti" le interpretazioni date dai quattro artisti: Roberto Daris alla fisarmonica, Simone D'Eusanio al violino, Tullio Zorzet al violoncello e Gandhi alla batteria, con la partecipazione dei ballerini Elisa Sorge e Pablo Furioso.
Nelle due Suite di Piazzolla 'Maria de Buenos Aires" e 'Tango Ballet", oltre al sicuro amalgama, ogni strumentista ha avuto il suo 'flash" luminoso, a iniziare dal Roberto Daris che, al suo trascendentale virtuosismo, sa unire sempre una sentita e partecipe espressività, quindi Simone D'Eusanio ha brillato con il suo violino dialogando e alternando i temi con il suono corposo e intenso del violoncello di Tullio Zorzet.
Costante e raffinata la 'base" affidata al percussionista U.T. Gandhi, mentre per la professionalità si sono fatti apprezzare i ballerini Elisa Sorge e Pablo Furioso. Quindi alcune pagine tratte da 'Petrushka" di Stravinski, nell'artistica trascrizione per quasta insolita formazione, che ha creato sonorità intense, sì da sembrare un'orchestra intera. Molto accurata l'esecuzione dell'ensemble che ha ben evidenziato e alternato ad arte i brani umoristici o dal 'sapore" folcloristico a momenti lirici.
A conclusione della bella serata, l'Allegro barbaro di Bartok, nell'originale e altrettanto sapiente arrangiamento di Roberto Daris, che ha ottenuto scroscianti applausi con richiesta di 'bis". Interpretato ancora un accattivante Piazzolla 'fuori programma". (e.l.)