Si perde nei boschi ritrovato a Stregna

STREGNA. Una notte all'addiaccio, tanta paura ma poi, per fortuna, il lieto epilogo della vicenda: è stato ritrovato sulla via di casa, verso le 10.30 di ieri mattina, un uomo di 73 anni smarritosi nei boschi di Stregna nel pomeriggio di domenica. Il protagonista della disavventura è Roberto Carlini, che vive con la moglie a Udine ma che trascorre spesso i fine settimana nella borgata di Raune, in Comune di Stregna appunto, dove possiede una casa. Così era stato in questo weekend.
Domenica pomeriggio, verso le 15, Carlini era uscito per una breve passeggiata. Verso le 18.30, non vedendolo rientrare, i familiari avevano dato l'allarme e la macchina dei soccorsi si era messa in moto.
Massiccio il dispiegamento di forze: sono stati impegnati nelle ricerche i volontari della Protezione civile delle squadre di Stregna e San Leonardo, l'unità cinofila della sede centrale di Palmanova, i Carabinieri delle stazioni di San Leonardo e di San Pietro al Natisone, uomini della Guardia di Finanza della Compagnia di Cividale e (ieri mattina) il soccorso alpino di Tolmezzo. «A tutti loro va il nostro sentito ringraziamento per il grande impegno profuso», sottolinea il sindaco di Stregna, Mauro Veneto. Carlini aveva perso l'orientamento: ha vagato a lungo cercando di ritrovare la strada, ma quando è sceso il buio ha deciso di cercare un riparo e di fermarsi. All'alba, poi, si è rimesso in marcia, e la pista era quella giusta: quando i soccorritori lo hanno rintracciato - in ottima salute - era poco distante da Raune. (l.a.)