Oggi l'inaugurazione del Parco Inclusivo incontro di culture

FONTANIVAIn un momento in cui si sente parlare molto di inclusione e si è sempre più consapevoli che non può essere solo un compito lasciato ai servizi competenti ma un profondo processo culturale, la Billi Integration con l'intero consiglio comunale di Fontaniva è giunta al termine della sfida che vede il Parco Inclusivo di Fontaniva diventare contenitore di esperienza inclusiva su più fronti: da un lato luogo di incontro di culture, età, interessi differenti attraverso un programma ricco che ha visto nei mesi estivi più di 30 eventi dedicati a bambini, adulti e anziani spaziando dalla cultura alla gastronomia, dalla musica al gioco - e vedrà la giornata conclusiva oggi - dall'altro, un processo di aggregazione per la partecipazione di numerosi volontari provenienti da realtà associative diverse. «È una sfida iniziata molto tempo fa», racconta Federico Rossini «perché queste cose si costruiscono con fatica, impegno e persone che credono nel progetto. Abbiamo visto questo luogo prendere vita con il passare dei mesi e diventare un vero esperimento di aggregazione sociale nell'ottica di un'inclusione che abbraccia chi la riceve e non meno chi la promuove».Questa comunità oggi sa che fare inclusione significa partecipare. L'eterogeneità dei volontari e la scelta di accogliere situazioni di fragilità, è stata supportata da un percorso formativo teorico-pratico con i docenti di Inclusive Academy.«Ringraziamo», conclude, «tutti coloro che hanno permesso questo grande risultato. La nostra sfida continua nell'esportare questo modello affinché la contaminazione dilaghi». --S. B.