Senza Titolo

Ecco le schede su cui voteranno i padovani il prossimo 25 settembre. Si tratta di quattro diversi "fac-simile": una - quella gialla - è per il Senato e sarà utilizzata per tutta la provincia euganea, le altre - colorate di rosa - copriranno i tre collegi uninominali previsti per la Camera. Le schede sono pubblicate anche sul nostro sito www.mattinopadova.it, con la possibilità di ingrandirle per leggere meglio nomi e simboli. I COLLEGI PER LA CAMERAIl collegio U01 è quello di Rovigo che però oltre il Polesine comprende anche tutta la Bassa Padovana, apartire da Pernumia e San Pietro Viminario, Tribano, Bagnoli e Agna, andando verso sud e includendo tutta la parte dell'Estense e del Montagnanese. Invece Due Carrare, Cartura, Terrassa, Candiana e tutto il Piovese finiscono nel collegio U03, cioè quello di Padova città. In questo collegio ci sono anche Abano, Montegrotto e Battaglia.Infine il collegio U02 che prende il nome da Selvazzano perché è il Comune più popoloso. Comprende tutto il resto dell'area dei Colli (da Galzignano a Teolo verso nord), più tutta la parte nord-ovest di cintura urbana (compresa però anche Noventa) e tutta l'Alta. Una divisione necessaria per mantenere una uniformità di abitanti tra i tre collegi: nell'U01 votano 385.988 tra padovani e rodigini, nell'U02 376.178 padovani e nell'U03 401.544. IL SISTEMA MISTOLa scheda elettorale è frutto del sistema di voto misto determinato dalla legge elettorale Rosatellum: un mix di maggioritario e proporzionale per eleggere in tutto il Paese i 400 futuri deputati e 200 senatori. La scheda infatti prevede due parti con un candidato per il collegio uninominale al di sopra dei simboli delle diverse coalizioni. Il collegio è assegnato con il sistema maggioritario, in cui vince il candidato che ottiene più voti. Accanto ai simboli dei diversi partiti invece ci sono i listini plurinominali (con 4 nomi) della parte proporzionale. Tutti i nomi sono già stati decisi dalle segreterie di partito al momento del deposito delle liste quindi l'elettore non potrà indicare nessuna preferenza. Non è neppure prevista la possibilità del voto disgiunto, come invece accade per le elezioni amministrative. --claudio malfitano© RIPRODUZIONE RISERVATA