Romea, lavori per 400 giorni Sicuri disagi nei centri abitati

CODEVIGOInizieranno nelle prossime settimane gli imponenti lavori programmati a Chioggia da Anas per la manutenzione del ponte Translagunare e del ponte sul canale Fossetta lungo la Statale 309 Romea. Complessivamente sono previsti interventi per oltre 400 giorni. Si inizia subito con quello per il ponte sul canale Fossetta per il quale serviranno 170 giorni. Gli effetti del cantiere si riverbereranno non solo sul territorio chioggiotto ma su un'area più ampia che interessa i Comuni di Cona, Cavarzere, Adria, Loreo, Rosolina e i padovani Codevigo e Correzzola. Per questa ragione nei giorni scorsi gli amministratori delle varie realtà si sono nuovamente confrontati per la gestione della mobilità, con l'obiettivo di minimizzare il disagio conseguente all'avvio dei lavori. Alla fine si è deciso che la Romea non verrà chiusa anche se, con l'interdizione completa del traffico veicolare, si sarebbe potuto fare tutto in 40 giorni. La scelta di non chiudere la Ss 309 era auspicata soprattutto da Cavarzere e Adria che avrebbero visto deviare tutto il traffico a ridosso dei loro centri. Per Codevigo e Correzzola significherà un incremento del passaggio, specie di mezzi pesanti, lungo la Sr 105 Cavarzerana. Le lunghe code, che si formeranno sulla Romea a causa dei tratti a senso unico alternato, incentiveranno più di qualcuno a cercare tragitti alternativi.«Per quanto ci riguarda» dice il sindaco di Codevigo Francesco Vessio «sotto pressione, anche in termini di sicurezza stradale per gli attraversamenti, ci sarà il centro della frazione di Santa Margherita. Bisognerà inoltre monitorare, nel caso di un aumento consistente del passaggio di camion, la situazione del ponte sul fiume Brenta». «Per la nostra viabilità» ha aggiunto Mauro Fecchio, sindaco di Correzzola «si prospettano un autunno e un inverno molto caldi. Sicuramente molti autisti, per evitare gli intasamenti in Romea, sceglieranno di transitare sulla Sr 105. Tra l'altro nella frazione di Concadalbero, all'altezza dell'incrocio con la Sr 104 Monselice mare, dovrebbero proprio nello stesso periodo partire i lavori di Veneto Strade per una rotatoria attesa da anni per mettere in sicurezza un punto nero della viabilità locale».La chiusura totale della Romea avrebbe significato con molta probabilità la previsione di opere compensative per la viabilità nei Comuni soggetti al disagio di sopportare le deviazioni. «Queste misure» aggiunge Fecchio «dovrebbero essere comunque previste. In quest'ottica auspico che al termine dei lavori previsti alle porte di Chioggia si ragioni per una programmazione serie di manutenzione complessiva, a partire dalle asfaltature, di tutta la rete stradale che in questi mesi sarà in sofferenza». --Alessandro Cesarato