Senza Titolo

Nicola Cesaro / montagnanaC'è il fantino del filotto-record da cinque vittorie di fila, il giovane con già un trionfo in saccoccia ma che sogna Siena, e ancora uno degli atleti di fiducia di Giuseppe Zedde, il "Gingillo" che ha corso per oltre trenta volte in piazza del Campo, e pure il maniscalco debuttante del posto. Le storie, quelle che impreziosiscono le competizioni e che spesso diventano grandi imprese, non mancano. Quanto basta per rendere ancora più attesa la corsa del Palio di domenica prossima, evento che la pandemia ha di fatto soffocato per due anni: è infatti dal 2019 che non si assegna il Palio dei 10 Comuni, giunto ormai all'edizione numero quarantasei. L'EVENTOLa corsa dei cavalli è certamente l'evento più atteso della tre-giorni medievale che celebra, a distanza di secoli, la liberazione della Sculdascia dalla tragica tirannide di Ezzelino III Da Romano, il vicario dell'imperatore Federico II di Svevia. L'appuntamento è alle 16 di domenica, nel vallo della Rocca degli Alberi, e ormai gli sfidanti che si contenderanno il "Pallium" sono stati svelati. DA ARMOSINO A BETTIUno dei nomi che hanno fatto la storia della manifestazione è sicuramente quello di Loris Armosino, astigiano di 52 anni, fantino specialista delle corse a pelo che cercherà di chiudere il cerchio difendendo i colori del grande amore Castelbaldo. Dopo la prima vittoria con Masi del 1991, 31 anni fa, Armosino era riuscito a inanellare ben cinque trionfi di fila per Castelbaldo, dal 1995 in sella al mitico Bizzoso. Nel 2019 il ritorno con i colori storici e, oggi, il nuovo assalto al titolo. Rocco Betti, bolognese di 28 anni è altro fantino che vanta già una vittoria sul vallo di Montagnana: era il 2017 e il bolognese trionfò per Masi. Ora corre con Megliadino San Vitale, a cui nell'ultima edizione ha comunque portato un buon terzo posto. Al Comune rossoblù però interessa un solo risultato: l'unico obiettivo è il primo posto, visto che San Vitale - con Saletto - è uno dei due partecipanti che non ha mai vinto un Palio. IL MANISCALcO DEBUTTANTELuca Fin correrà con Masi: veronese di 48 anni ma nato e cresciuto a Masi, di professione maniscalco, è all'assoluto debutto a Montagnana. Insomma, una vera scommessa. Fabio Ferrero, scelto da Megliadino San Fidenzio, vanta invece un'ampia esperienza: astigiano di 32 anni, nel curriculum conta anche qualche vittoria come quella ad Abbiategrasso. In passato, qui, ha rappresentato i colori di Castelbaldo, raggiungendo anche la finale. LA PROMESSA DEI BLASONATIMontagnana non poteva che confermare il blasone - è il Comune con più vittorie - portando nel vallo un nome di tutto rispetto: è il senese Alessandro Cersosimo, 25 anni, una delle promesse del mondo del Palio. È fantino di fiducia di Giuseppe Zedde, il "Gingillo" plurivincitore a Siena, e nel palmares conta trionfi a Legnano e Abbiategrasso e svariate monte nel circuito toscano dei Palii. Mirko Verdigi è l'alfiere di Casale di Scodosia: pisano, già visto a Montagnana nel 2016-2017, è di casa a Ferrara, Legnano e Asti. La scuderia di Filippo Belluco gli ha affidato un cavallo acquistato dal più vincente fantino senese, Luigi Bruschelli detto "Trecciolino", trionfatore di ben 13 Palii a Siena. GLI OUTSIDERFederico "Tamuré" Guglielmi, senese di 26 anni, già visto nelle prove del Palio di Siena con la Giraffa, l'anno scorso ha vinto la Provaccia di Legnano, facendo il bis a 24 mesi di distanza visto lo stop imposto dalla pandemia: curiosamente, a fine gara aveva chiesto platealmente alla compagna di sposarlo. È l'atleta scelto da Urbana. Il terzetto si chiude con Luca Boldrini, 23 anni, pisano che vive a Fucecchio, cresciuto con il fantino Silvano Vigni, meglio noto come "Bastiano", con un'importante esperienza lavorativa all'ippodromo di San Rossore. Per lui, una vittoria proprio nella "sua" Fucecchio. È al debutto a Montagnana, correrà con Merlara. Saletto rincorre la prima vittoria con Nicolò Chiara (nella foto a destra concessa da brontolodicelasua.it), in sella a un cavallo della scuderia locale di Francesco Scarparo; astigiano, è reduce dalla vittoria al Palio di Abbiategrasso di due mesi fa. Santa Margherita d'Adige punta invece sull'irruenza giovane di Filippo Belloni, che ha solo 19 anni, legnanese, ma che si è già visto brillare in numerose corse di addestramento della principali manifestazioni a pelo nazionali. Da domani si comincia con i vari appuntamenti del Palio: programma, orari e biglietti sul sito www.palio10comuni.it. --