Nottata di razzie e tentati furti a Merlara

MERLARA Raffica di razzie e di tentati furti a Merlara, praticamente quasi in una sola notte: una banda con almeno tre persone ha fatto irruzione in numerose abitazioni di via Rialto e dintorni. I casi sono più d'uno, concentrati in particolare tra mercoledì e giovedì scorso. Fioccano le testimonianze di chi ha subito la spiacevole visita: «Il mio cane ha iniziato ad abbaiare e mia madre si è subito allarmata» racconta Matteo Bezzi, che con un post in Facebook ha lanciato l'allarme social «Mi alzo rapidamente, accendo le luci, apro il basculante e intravedo tre persone ormai già in fuga, forse impaurite dal mio pastore tedesco. Sono entrati scavalcando il cancello principale; penso siano stati attirati dal camion di mio padre». «Mi sono svegliato anch'io con l'abbaio del mio cane» afferma Sandro Dian, un altro dei residenti a cui è stata violata la proprietà«Al mio vicino hanno tentato lo scasso e invece ad un altro hanno rubato un cassetto con all'interno dei soldi. Il tutto è avvenuto mentre dormivano, magari hanno usato qualche spray. Non riesco più a chiudere occhio la notte, stiamo vivendo male. Loro hanno un sangue freddo incredibile». C'è invece chi, non essendo stato presente nell'abitazione, si è ritrovato con un furto bello e compiuto. «Dopo essere uscito per cena sono rientrato a casa e ho trovato tutto sottosopra» spiega Cristian Correzzola, residente in via Stradona, a un chilometro da via Rialto «Hanno scassinato il balcone. Hanno rovistato tutte le camere, tranne la mia, dove ho trovato però impronte di terra: forse non hanno fatto in tempo a causa del mio arrivo. Mi hanno rubato un paio di collane d'oro, molto importanti per me». Aggiunge: «Queste persone sono troppo pericolose. Il Comune dovrebbe installare delle videocamere sulle vie, in modo da aiutare le forze dell'ordine». Ma le denunce sono molte di più: su Facebook Susanna M. sostiene che almeno due persone, in quella notte, stavano trafficando alla serratura della porta di casa, ma hanno desistito perché scoperte. Un quarto d'ora dopo, sostiene Sandro D., la banda ha fatto tappa in casa sua. E ancora, un altro residente di via Rialto racconta sui social di aver trovato il garage soqquadro e con le luci accese: il bottino è stato tuttavia quasi nullo.Alcune segnalazioni ricadono su una Volskwagen Touran blu: «Notata un paio di giorni fa nel quartiere Mazzini. Guardava con insistenza all'interno dei cortili. Sono uscita per prendere la targa ma sono scappati», commenta tra gli altri G.P. nella denuncia social lanciata da Bezzi. Aumentare la sicurezza è il primo obiettivo dell'amministrazione comunale di Merlara: il sindaco Daniele Boron, grazie al dialogo con i carabinieri, è al lavoro per capire cosa si possa fare. «Mi sono attivato immediatamente» segnala il primo cittadino «Le forze dell'ordine mi hanno confermato che hanno la situazione sotto controllo, conoscono bene il modo di operare di questi personaggi. Ci sarà sicuramente un incontro con carabinieri e polizia municipale, al fine di individuare i mezzi da adottare per contrastare il fenomeno». Conclude Boron: «Quello che posso fare come sindaco è informare la cittadinanza che stiamo procedendo per implementare la videosorveglianza in paese. Dobbiamo soltanto capire dove mettere potenziali telecamere che mi possano gestire il flusso di veicoli nelle vie principali. È una cosa da studiare bene visto il costo che può avere, ma opereremo al meglio e nel minor tempo possibile». --pietro cesaro