I capitani giurano a Saletto si apre il Palio dei 10 Comuni

BORGO VENETO I capitani dei dieci Comuni hanno giurato, aprendo così ufficialmente la manifestazione del Palio. La cerimonia, che si è celebrata sabato sera a Saletto di Borgo Veneto, si svolge ogni anno, a turno, in uno dei dieci Comuni del Montagnanese che si contendono il Palio.Dopo una breve sfilata, i capitani si sono seduti al banchetto allestito per l'occasione: tutto è stato addobbato per ricreare l'atmosfera di una cena medievale, offerta dal podestà di Montagnana. Al termine, dopo essersi saziati con cibo dell'epoca bagnato da un vino speziato, che nell'antichità veniva servito ai villani come "rovina del pensiero", i capitani hanno giurato fedeltà al regolamento: mano destra sopra al libro, grido solenne «giuro fedeltà alle regole» e deposito dello stemma del Comune nell'urna. Dopo il saluto degli sbandieratori di Borgo Veneto si è passati alla parte religiosa: capitani, scudieri e gonfalonieri si sono posizionati davanti al podestà per ricevere la benedizione di don Nicola Salandin. Al termine della cerimonia il momento più importante: il sorteggio delle due batterie di qualificazione per la corsa dei cavalli di domenica prossima, quella che assegna il Palio. L'ordine della prima batteria vedrà Casale di Scodosia, Megliadino San Vitale, Saletto, Masi e Santa Margherita d'Adige. La seconda batteria, invece, è formata da Castelbaldo, Montagnana, Megliadino San Fidenzio, Merlara e Urbana. Saletto e Megliadino San Fidenzio risultano le più fortunate, dato che la terza posizione è quella più favorita nella prima curva di tramontana. La serata si è conclusa con il deposito dei ceri di ogni Comune davanti all'altare della chiesa di Saletto: lì rimarranno fino alla sera finale del Palio.La manifestazione è stata la prima giornate che anticipano il Palio di Montagnana del 4 settembre: sabato 2 settembre ci sarà la "Cena Medioevale" (a pagamento) dalle 20 in piazza Vittorio Emanuele a Montagnana. Sabato 3, a partire dalle 10, il mercatino medioevale, sempre nel centro della città murata; dalle 17 alle 19 la "Tenzone degli Arcieri"; dalle 19 alle 21 la "Tenzone dei Musici e Sbandieratori"; alle 22, nel vallo della Rocca degli Alberi, lo "Spettacolo di focoleria equestre" e "L'incendio della Rocca". Domenica, quindi, il Palio vero e proprio. --p.c.