L'aumento dei costi è di un miliardo per tutto il Veneto

Nel settore turistico l'aumento dei costi dell'energia potrebbe portare a costi extra per un miliardo di euro in tutto il Veneto. È quanto segnala la fondazione "Think tank Nordest" in uno studio presentato ieri. Se l'estate infatti è stata molto positiva per il comparto turistico, con diverse località tra cui Padova e Abano che hanno raggiunto i livelli pre-pandemia, l'autunno rischia di trasformarsi in una sofferenza. Se nel 2019 si stimava un costo complessivo inferiore ai 300 milioni di euro, a parità di consumi nel 2022 le bollette potrebbero crescere fino a 1,3 miliardi: si tratterebbe di un aumento, rispetto al 2019, di quasi il 400%. «Il settore turistico rischia di dover chiudere in anticipo la stagione estiva a causa dei costi insostenibili dell'energia», spiega il presidente Antonio Ferrarelli.