Il virus continua a rallentare in sette giorni -1.627 positivi

Il calo dei contagi si conferma e comincia a prendere velocità. Dopo l'incredibile impennata dei positivi che a giugno aveva sovvertito tutte le previsioni di un'estate quasi Covid free, decretando la fine della stagionalità del virus, la fiammata comincia comunque a spegnersi: in una settimana gli infetti sono diminuiti di 1.627 unità. Se, quindi, il 15 luglio i contagiati ufficiali avevano toccato quota 18.682 - il picco più alto - ieri lo stesso numero è sceso a 17.055, con 1.446 nuovi positivi nell'arco delle 24 ore rispetto ai 1.859 di sette giorni fa. Invariato rispetto al giorno precedente, e comunque in rallentamento, anche il numero dei decessi, arrivato a 2.420 da inizio pandemia.I positivi ricoverati nelle strutture ospedaliere di città e provincia sono complessivamente 148, di cui sei in Rianimazione. A questi si aggiungono 7 pazienti nei due ospedali di comunità.Intanto prosegue la campagna vaccinale: sono 1.882 le quarte dosi somministrare giovedì (+60) e 342 quelle dalla prima alla terza (+12). Complessivamente immunizzato con il secondo booster il 40% degli over 80 e il 12,8% dei 60-79enni; al 66,4% invece la copertura con la quarta dose nelle Rsa.La provincia di Padova è ancora completamente in "rosso" laddove l'incidenza supera ovunque i 250 casi ogni 100 mila abitanti: la media provinciale nella settimana tra l'11 e il 17 luglio si è attestata sui 1.282 casi ogni 100 mila abitanti. Maglia nera a Vescovana che con 42 casi su 1.759 abitanti registra un'incidenza di 2.387. I Comuni sotto i mille nuovi casi per 100 mila abitanti sono invece Sant'Urbano, Polverara, Barbona, Pozzonovo, Castelbaldo e Montagnana. --S.Z.