Due chili di coca e 10 di hashish nascosti nell'auto

CITTADELLAUn trentasettenne magrebino residente nel territorio del Cittadellese, in Italia con regolare permesso di soggiorno, teneva nascosta nell'intercapedine delle portiere e del bagagliaio della sua utilitaria di fabbricazione francese, qualcosa come dieci chili di hashish, due chili di cocaina e 59.000 euro in banconote di medio taglio. A fiutare la presenza dello stupefacente durante una perquisizione domiciliare e personale disposta dai carabinieri del nucleo investigativo di Rovigo in collaborazione con i colleghi della compagnia di Cittadella, è stato un cane antidroga del Nucleo Cinofili di Luvigliano di Torreglia.La perquisizione disposta nell'ambito di un'indagine investigativa complessa coordinata dalla Procura della Repubblica di Padova, che ha visto la collaborazione dei militari delle compagnie di Piove di Sacco, Abano Terme, Cittadella e Conegliano Veneto, è stata eseguita nella prima mattinata del 28 maggio scorso. I militari dell'Arma dopo aver controllato minuziosamente l'alloggio del nord africano si sono diretti verso la vettura parcheggia sotto casa ed è li che è entrato in scena il pastore tedesco dal fiuto prodigioso, addestrato nella caserma di via Liviana, che ha iniziato a mandare segnali al suo conduttore che all'interno della vettura c'era qualcosa di interessante.L'auto è stata in parte smontata, è emersa la sorpresa della notevole quantità di stupefacente e della ingente somma di denaro, ritenuta dagli investigatori provento di spaccio. Il trentasettenne è stato arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto nel carcere circondariale di Padova. --Gianni Biasetto