Fpl, una donna alla guida Laura Catinella eletta nel congresso in Comune

Oggi, al ristorante Al Bosco, a Cervarese Santa Croce, si tiene il congresso provinciale della Uil-Fpl, il settore dei lavoratori pubblici. La segreteria uscente è formata da Stefano Tognazzo, Francesco Scarpelli, Luigi Spada e Michele Magrini. I delegati sono cento in rappresentanza dei dipendenti pubblici, che sono 20 mila tra enti locali, sanità e ministeri decentrati. Stefano Tognazzo, come ha già detto durante il sesto congresso della Uil-Fpl, ribadirà che nei prossimi dieci anni saranno almeno 3mila i padovani che andranno in pensione con un assegno molto povero: «Rispetto ai nostri ex colleghi che sono già in pensione con il sistema retributivo (prima del 1995), chi ci andrà con il sistema misto-contributivo, troverà il valore della sua pensione abbassato del 30% - aveva detto Tognazzo - Faccio l'esempio di cosa succederà al sottoscritto quando lascerò il lavoro: ora il mio stipendio è di 1.340 euro al mese. Quando andrò in pensione prenderò meno di mille euro. I più penalizzati saranno le figure professionali più basse. Questo sarà il grande problema nel mondo del lavoro italiano: la Uil sarà in prima fila nelle battaglie sindacali. Anche perché non tutti i lavoratori si stanno costruendo una seconda pensione complementare».Pochi giorni fa si è svolto il congresso cittadino, a cui hanno partecipato anche Paolo Manfrin e Franca Laudecina. È servito a nominare la nuova segretaria della Uil Flp: Laura Catinella, impiegata nel settore Verde pubblico del Comune, mentre gli altri due eletti sono Lorenzo Benetti (polizia locale) e Piera Marcolongo (servizi scolastici). È la prima volta che la Uil elegge una donna al vertice della Flp in Comune. Nel suo intervento Francesco Scarpelli ha parlato anche del contratto della categoria scaduto da 4 anni e della riforma della polizia locale, attesa da 30 anni, che dovrebbe equiparare, sul piano normativo ed economico, i vigili alle altre forze dell'ordine. --f. pad.