Senza Titolo

Nicola Stievano / PADOVAUn lungo fine settimana all'insegna del ritorno delle sagre e delle fiere dopo due anni di pandemia. Saranno i giorni della ripartenza dopo le restrizioni e i divieti che dalla primavera del 2020 avevano paralizzato tutti i principali eventi in ogni angolo della provincia. Il ponte della Liberazione diventa così l'occasione ideale per ritrovarsi dopo la lunga pausa forzata. Nell'Alta padovana, a Cittadella, domenica torna dopo due anni la "Città dei Ragazzi", la festa del volontariato giunta alla sua ventesima edizione, con 56 stand distribuiti in tutto il centro storico e una cinquantina di attività ludico-ricreative proposte ai più giovani da ben 30 associazioni. Per evitare assembramenti ci saranno 4 stand per le iscrizioni alle porte d'ingresso del centro. Inoltre i bambini e i ragazzi, dai 4 ai 15 anni, troveranno le prime proposte appena varcate le mura: dallo sport ai giochi di una volta, dalla musica alle fattore didattiche, dalla cultura al tempo libero, per tutto il giorno, dalle 10 alle 18.30. A Fontaniva invece lunedì è in programma la "Festa del 25 Aprile a Casoni", una bicicletta alla scoperta del territorio a cura dell'associazione Casoni Viva in collaborazione con il Gruppo Ciclisti. Il ritrovo è alle 9 al centro polisportivo di Casoni per affrontare un percorso adatto a tutti, di circa 11 chilometri. Alle 12.30 c'è il pranzo tipico di San Marco, al quale sarà necessario iscriversi, visti i posti limitati. La festa continua nel pomeriggio con i giochi di una volta. A San Giorgio delle Pertiche sabato e domenica torna la "Festa di San Giorgio", proposta dalla Pro loco tra spettacoli, misura, rievocazioni storiche, gastronomia, con mostra mercato e menù degustazione a base degli asparagi del territorio. Con una novità: un trenino gratuito garantirà il collegamento alla "Festa dei Fiori" di Santa Giustina in Colle, che si svolge in contemporanea, a circa due chilometri di distanza. A Camposampiero c'è la "Festa di San Marco": sabato sera il concerto nella chiesa di San Marco, domenica il pranzo comunitario sotto il tendone, con l'immancabile dolce di San Marco, fino al giorno di festa del patrono il lunedì. Alle porte di Padova, a Ponte di Brenta, da sabato a lunedì torna l'"Antica Fiera di San Marco", storica sagra che risale al 1880, tra bancarelle, stand gastronomici e animazioni, nel centro chiuso al traffico. A Giarre di Abano Terme, dal 22 aprile al primo maggio c'è la "Festa dello Sport" nel campo parrocchiale, mentre a Teolo inizierà la "Sagra del Gnocco" in piazza Perlasca e a Valsanzibio la "Festa di Primavera". A Valle San Giorgio di Baone da venerdì a lunedì torna la "Festa di San Giorgio", all'insegna delle tipicità locali. Agli asparagi sono dedicate le tradizionali feste a Conche di Codevigo, dal 22 aprile all'8 maggio con un ricco calendario di iniziative e il menù dedicato nello stand gastronomico, e a Pernumia da venerdì a lunedì. Due fine settimana di festa e serate gastronomiche anche a Celeseo di Sant'Angelo di Piove mentre a Campagnola di Brugine si festeggia San Marco da sabato a lunedì, per concludere con la tradizionale frittata. A Tribano c'è la "Festa della Sopressa" nella frazione San Luca. A Megliadino San Vitale il ricavato della "Festa della Comunità" servirà a finanziare il restauro della chiesa dell'Anconese. A Casale di Scodosia da sabato festa del patrono con spettacoli e l'arrivo, domenica alle 15, di San Giorgio a cavallo, per poi continuare con i giochi di un tempo per tutte le età in piazza. --