Battute di pesca inclusiva per 150 ragazzi disabili

SAN PIETRO IN GUUna pesca accessibile ed inclusiva, 150 persone con disabilità partecipano all'iniziativa di Crossabili "Pesca per tutti". Si tratta di ragazzi seguiti da centri diurni, onlus e cooperative del Veneto, l'avvio sarà oggi al lago Fipsas di San Pietro in Gu con una ventina di persone della cooperativa sociale Magnolia di Piove di Sacco.«Abbiamo dato il via a questo progetto tra febbraio e marzo, ma a causa delle misure per contenere la diffusione del virus non abbiamo potuto proseguire con il progetto. Con "Pesca per tutti" avranno l'opportunità di scoprire il mondo della pesca sportiva grazie alla disponibilità di istruttori qualificati», spiega Mattia Cattapan, fondatore di Crossabili. Il progetto - sviluppato in collaborazione con la Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee - rientra in quella che è la mission principale dell'associazione: dimostrare che la disabilità non è un limite che preclude determinate esperienze. Le prossime tappe: martedì 4 maggio al laghetto della Asd Mondo Pesca di Treville di Castelfranco Veneto con venti ragazzi del centro diurno "Villa San Francesco" di Camposampiero; il 7 e 8 maggio al laghetto Malcom di Longarone, di nuovo a San Pietro in Gu il 12 e il 13 maggio con gli ospiti della coop Fratres di Galliera e i ragazzi della coop Vita e Lavoro di Castelfranco. «Oltre all'attività agonistica siamo molto impegnati nel mondo del sociale», sottolinea Francesca Cavallucci, vice segretario generale di Fipas, «e il nostro prossimo obiettivo è quello di diventare federazione partecipante ai giochi paralimpici per le attività subacquee».In ogni evento sarà ospite Alvaro Dal Farra, pilota di freestyle motocross attivo nel sociale che realizzerà uno show con la sua moto. --S. B.