Il pronto intervento psicologico creato da Daniela Raccanello sul New York Times

Silvia BergaminCITTADELLA. Governare le emozioni dei bambini di fronte all'emergenza sanitaria del Coronavirus, un foglio di "pronto intervento psicologico" per bambini e adolescenti elaborato da una cittadellese finisce sul New York Times. Lei è Daniela Raccanello, 43 anni di Cittadella, ricercatrice di Psicologia dello sviluppo e dell'educazione nel dipartimento di Scienze umane di Verona, ed era stata già intervistata dal quotidiano nell'ambito della sua ricerca sul ruolo delle emozioni nell'apprendimento per i bambini delle scuole primarie. Il nuovo opuscolo (realizzato gratuitamente e sostenuto dalla Protezione Civile del Veneto e dall'ateneo scaligero) contiene informazioni che possono essere utili agli adulti - genitori e insegnanti in primis - per spiegare a bambini e adolescenti come poter meglio affrontare le emozioni associate all'emergenza sanitaria globale in atto. «Rientra fra le iniziative di Hemot (Helmet for Emotions, www.hemot.eu)», spiega la ricercatrice, «un insieme di progetti nato per fare prevenzione emotiva in relazione alle emergenze; siamo partiti dall'esigenza di coniugare le conoscenze sviluppate all'interno dei contesti accademici con i bisogni del territorio. Ne è un esempio il progetto Premt, Prevenzione Emotiva e Terremoti nella scuola primaria, a cui sta partecipando anche l'Istituto Comprensivo Lucrezia Cornaro di Cittadella: un gruppo di alunni della scuola primaria ci sta aiutando a verificare l'efficacia di un'app psico-educativa su emozioni e terremoti. E, facendolo, ha l'opportunità di imparare divertendosi». Il foglio illustrato affronta invece l'urgenza del virus, che sta totalizzando il dibattito pubblico: «Contiene indicazioni sulle emozioni che possiamo provare durante emergenze come quella in atto, quali paura, tristezza e rabbia. In linea con i risultati degli studi psicologici su questi temi, abbiamo esemplificato alcuni modi che, partendo dalla quotidianità, possano aiutare grandi e piccoli a cercare soluzioni ai problemi, fidarsi maggiormente di sé e degli altri, e capire cos'è più importante».Ma come si affrontano paura, tristezza e rabbia? Diventa fondamentale risolvere i problemi, comportarsi in modo sicuro e seguire le indicazione degli esperti. E bisogna cercare e dare informazioni da fonti affidabili. Le emozioni vanno espresse, parlandone e mantenendo la calma, l'aiuto va cercato e ricevuto in una logica collaborativa. Infine, bisogna metterci fantasia: distrarsi, giocare, studiare, inventarsi routine nuove.--