Con Maria Cristina la memoria del "Biz" corre sulla carta

Silvia BergaminLa bicicletta di Andrea Bizzotto, il cancer fighter autore di "Storia di un maldestro in bicicletta", continua a correre. E lo farà a partire da "Devo ricordarmi di dimenticare", di Maria Cristina Benetti, di Gazzo, che ha vinto la prima edizione del concorso letterario intitolato alla memoria del "Biz". La premiazione si è svolta martedì a Cittadella a villa Rina, a un anno esatto dal debutto del libro, alla presenza del sindaco, Luca Pierobon, dell'assessore al sociale Marina Beltrame e dell'editore "omonimo", Andrea Bizzotto, della BrentaPiaveEdizioni. La giuria presieduta da Rebecca Frasson, il talento letterario scoperto da Andrea Zanzotto che ha curato il successo editoriale del papà scomparso il primo marzo, ha assegnato il secondo premio a una storia illustrata, "Insieme per sempre", scritta dalla maestra Federica Tessaro e disegnata da Claudia Fior; terzo gradino del podio per il racconto "Luamaro il sindaco" di Gualtiero Rossi, al secolo Mario Baldo. «Siamo convinti», le parole del primo cittadino, «che la volontà di Andrea fosse quella di continuare ad affrontare la vita, con un sorriso, con le opere, con la scrittura, e quindi questo premio interpreta sicuramente le sue volontà». «L'immagine che mi viene», ha aggiunto Beltrame, «è quella del tandem: tutti e dieci gli autori che hanno partecipato al concorso sono idealmente saliti in bicicletta con Andrea e stanno pedalando con lui"». Frasson - con a fianco Francesco Chiamulera, anima di "Una montagna di libri", e il dottor Fernando Gaion, della Fondazione Altre Parole - ha costruito un parallelo con la vicenda dell'angelo protagonista del capolavoro di Wenders "Il cielo sopra Berlino": «Andrea non ha rinunciato a una corazza, ma l'ha lasciata a noi. Attraverso i libri e i racconti, i lettori non staccheranno mai la mano dall'autore, ovunque esso sia». L'opera della Benetti - frammenti autobiografici della sua lotta contro il cancro, il sapore delle piccole cose e le fatiche - sarà pubblicato dalla BrentaPiave in 500 copie. La serata è stata conclusa da un vero e proprio inno all'amore della moglie del "Biz", Maria Brandt. Applausi, commozione e appuntamento al 17 dicembre del prossimo anno con un nuovo capitolo. --© RIPRODUZIONE RISERVATA