Il parco inclusivo di via Pordenone è diventato realtà

RUBANO. Dopo il parco dell'Oasi, anche via Pordenone a Rubano ha un parco inclusivo con giostre utilizzabili da bambini con disabilità. «Sono terminati i lavori di ammodernamento del parco giochi, collocato nell'ampia area a verde pubblico a fianco del supermercato Alì», spiega il sindaco Sabrina Doni. «L'intervento fa parte della linea direzionale, guidata dall'amministrazione comunale, nel rinnovare i parchi gioco esistenti nel territorio, con particolare attenzione al materiale di realizzo e al loro carattere inclusivo. Le nuove installazioni (tutte certificate), offrono l'occasione anche a bambini con disabilità di giocare e condividere insieme ai loro piccoli amici i momenti di divertimento all'aperto».Il parco di via Pordenone adesso contiene un nuovo castello, composto da una torre, uno scivolo, una scala di accesso con corrimano, accessibile anche a chi ha difficoltà motorie, un tetto decorativo e una casetta sull'albero, tra le attrazioni più gettonate dai bambini. «L'altalena doppia ha un sedile a due posti», prosegue il sindaco, «con un sedile a culla e un sedile a tavoletta, adatto ad ospitare contemporaneamente due utenti, anche un adulto che volesse aiutare un bimbo». Il parco è dotato pure di un percorso avventura, comprensivo di funi in stile slackline, travi per saltare, una rete di arrampicata e gli steps. A completare il tutto, la pavimentazione in gomma ha una struttura forata a nido d'ape, adatta ad attutire cadute da tre metri di altezza. «A breve verranno collocate anche due nuove porte con reti per il calcio», conclude Doni, «mentre a chi chiede spazi per gli adolescenti, dove possano praticare altri sport, annuncio che nella nuova lottizzazione La Fornace sarà realizzato un campetto recintato e illuminato per giocare a pallavolo». -- Cristina Salvato