Anche la Regione dice no a risarcire gli agricoltori

ABANO TERMENessun risarcimento per i danni causati dal colombo domestico inselvatichito. Questa specie di volatile ha provocato 2. 500 euro di mancato raccolto a un cittadino aponense, costringendolo a lasciare la soia per coltivare altri cereali e a rivolgersi prima alla Provincia e poi alla Regione, tramite un "ricorso gerarchico improprio" per ottenere soddisfazione. A sostegno della richiesta, Diego Fraccaro ha allegato una sentenza della corte di Cassazione del gennaio 2004 e due sentenze del Tar (aprile e ottobre 2008), in cui viene sancito che «il piccione torraiolo o colombo vive in stato di libertà naturale nel territorio nazionale». «Tra le varie associazioni di agricoltori» dice Fraccaro «mi sono rivolto all'Ucg-Cisl che mi ha dato una mano» ma senza fortuna e l'aponense sta decidendo se inoltrare un ricorso al Presidente della Repubblica. Fraccaro non riesce a spiegarsi perché a differenza della Regione Veneto, la vicina Lombardia riconosca l'inselvatichimento del colombo. --Piergiorgio Di Giovanni