Matricole di Medicina al Papa Luciani

Le matricole di Medicina faranno lezione al Papa Luciani: la decisione, già ventilata da qualche tempo, è stata ufficializzata ieri, dal Consiglio d'Amministrazione del Bo. Trovare spazi nuovi, come spiegato anche nel testo della delibera, era una scelta ormai obbligata per porre rimedio alla questione del sovraffollamento: perché il numero di iscritti, benché fissato da bando, negli ultimi anni è stato gonfiato di molto dai ricorrenti promossi dal Tar. Dopo una ricognizione effettuata tramite bando, quindi, il Cda ha deciso di approvare la stipula di un contratto di locazione annuale, dal costo di 202 mila euro, per le aule ospitate dal centro congressi Papa Luciani di via Forcellini. Si tratta dell'unico complesso, tra quelli che hanno risposto al bando, rispondente ai requisiti. Il più importante: la capienza minima di 1200 persone (cioè il numero di studenti che l'università prevede si riversino in aula al primo anno, a fronte del numero chiuso fissato a 468). Ma a convincere gli accademici ci sono stati anche altri fattori: il centro è servito da pista ciclabile, è a pochi minuti dall'ospedale ed è anche adiacente a una mensa convenzionata. Sempre nel corso dell'incontro di ieri è stata ratificata la nomina dell'ingegner Alberto Scuttari a nuovo dg e approvato la bozza di convenzione tra ateneo, azienda ospedaliera, associazione Team For Children e Gaia Srl per la realizzazione del progetto "Teen Zone", nuova area dedicata agli adolescenti (con aula studio e sala relax) presso il reparto di Oncoematologia pediatrica. Ampio spazio anche alle assunzioni di personale docente: approvata la chiamata tramite concorso per un professore di prima fascia, sei di seconda e undici ricercatori. Approvati anche 10 contratti, una chiamata diretta di un ricercatore e 15 proposte di chiamata diretta. (s.q.)