Notte di lavoro sui pioppi sradicati

NOVENTA PADOVANA Hanno lavorato fino alle 3 di ieri notte i vigili del fuoco di Padova e i colleghi volontari di Santa Giustina in Colle per tagliare gli enormi pioppi che ornavano il parco di villa Vendramin Cappello, sradicati dal fortunale l'altro ieri sera e piombati all'esterno, su un'auto parcheggiata in via Leopardi. Gli oltre 15 quintali di legna sono stati accatastati lungo la via e stamattina verranno recuperati. In parte finiranno in casa di Cesare Collizzolli, il proprietario della villa. «Pensare che il pioppo più grande doveva essere potato 20 giorni fa, ma il lavoro era stato spostato al mese prossimo. Quando si dice il caso», commenta Collizzolli. «Lunedì arriverà il professor Petrin per verificare le condizioni del platano antistante la villa, anche quello gigantesco pur se in area di pertinenza. Non vorrei mai che succedesse qualche altro guaio, non vorrei mai avere qualcosa o qualcuno sulla coscienza». Gli enormi alberi di villa Vendramin Cappello che hanno 200 anni ciascuno sono tutti vincolati dalla Soprintendenza. Ma quelli i cui grossi rami sporgono su via Leopardi spaventano i residenti del palazzo di fronte e anche gli automobilisti che lasciano in sosta le loro vetture nel parcheggio. (g.a.)