A “Notre Dame” gli interpreti storici incontrano la nuova compagnia

Torna in scena "Notre Dame de Paris", il kolossal firmato dalle musiche di Riccardo Cocciante e prodotto da David Zard. Lo spettacolo, ispirato all'omonimo romanzo di Victor Hugo e ambientato all'ombra della cattedrale parigina, sarà alla Zoppas Arena di Conegliano per cinque repliche, da venerdì a domenica. E per l'occasione il nuovo cast sarà affiancato dai primi interpreti della versione italiana, in una sorta di staffetta ideale, tra passato e futuro. Prima di lasciare il testimone a un nuovo gruppo di artisti saranno sul palco anche Lola Ponce (foto, nei panni di Esmeralda), Giò di Tonno (Quasimodo, il gobbo), Vittorio Matteucci (l'arcidiacono Frollo) e gli altri compagni ingaggiati nel 2002. Aggiornamento acrobatico e tecnologico della tradizione melodrammatica e operistica italiana, "Notre Dame de Paris" in oltre dieci anni ha macinato numeri da capogiro, fino a essere considerata l'opera moderna più famosa al mondo: cantata in 7 lingue diverse e rappresentata oltre 4 mila volte, dall'Inghilterra al Canada, passando per Russia, Cina, Giappone, Corea del Sud, Libano, Turchia. Spettacoli: venerdì ore 21.30, sabato 16 e 21.30, domenica 17 e 21.30. Biglietti da 27 a 80 euro. www.zedlive.com.