Rondò alla Stanga cantiere di 8 mesi

di Claudio Malfitano wPADOVA Otto mesi di lavori alla Stanga per la realizzazione della nuova rotatoria "a fagiolo". Un intervento importante per la viabilità cittadina, annunciato ieri dal primo cittadino Massimo Bitonci che ha svelato la data di partenza dell'intervento: il 15 giugno 2015 aprirà il cantiere, che occuperà per i successivi 240 giorni il maxi-incrocio che regola i flussi di sei strade cittadine. La gestione dei lavori sarà nelle mani del settore mobilità, guidato dall'assessore forzista Stefano Grigoletto, che sta studiando le soluzioni migliori per evitare problemi al traffico cittadino. Le tappe dei lavori. Ecco dunque come si svilupperanno i lavori. La prima fase riguarderà soltanto la "bretellina" tra via Grassi e via Venezia (davanti al monumento a Pertini): verrà chiusa al traffico e lì sarà sistemato il cantiere. In secondo luogo toccherà all'aiuola davanti all'hotel Biri, che verrà "adattata" alla rotatoria. Gli interventi sui sottoservizi. La terza fase è la più delicata: sarà necessario intervenire sui sottoservizi, cioè sui tubi di acqua e gas. In questo caso i lavori dovranno essere eseguiti da AcegasAps e servirà grande coordinazione per il rispetto dei tempi. Non è escluso che in questa fase, che sarà tra metà luglio e metà agosto, ci possano essere interferenze con il traffico. Fortunatamente "mitigate" dal periodo estivo. Rotatoria a Ferragosto. Il "d-day"con il cambio di viabilità e il posizionamento dei new jersey che delimiteranno provvisoriamente la nuova rotatoria è previsto attorno a Ferragosto. In questo modo l'impatto sugli automobilisti sarà più soft e avranno modo di abiturarsi in vista delle difficili mattinate autunnali. Lavori completati nel 2016. La quinta fase dei lavori riguarderà la «risagomatura» di marciapiedi, strade e attraversamenti pedonali, che dovranno essere adattati alla nuova viabilità. Infine nei mesi d'autunno i lavori si concentreranno nell'aiuola all'interno della rotatoria e il traffico scorrerà attorno senza grossi problemi. La data di fine lavori è prevista dopo 8 mesi, dunque nel febbario 2016. Le incognite sui flussi. La vera incognita è come cambieranno i flussi di traffico senza i semafori che adesso li regolano. In particolare sarà sotto osservazione il traffico su via Gattamelata, che oggi è in qualche modo "contingentato" proprio dall'incrocio della Stanga. La complessità dell'incrocio. Secondo i dati delle statistiche ogni giorno alla Stanga passano almeno 60 mila auto (anche 5 mila all'ora). È l'incrocio che mette in relazione sei strade e contempla direttrici fondamentali della città: da via Turazza alle vie Venezia, Grassi, Tommaseo, Fistomba fino a via Ariosto. Di queste, Venezia-Tommaseo è l'ingresso della città e accesso alla stazione, via Grassi alla tangenziale, via Ariosto all'ospedale e alla zona industriale Costerà 500 mila euro. È di mezzo milione di euro la cifra stanziata dall'assessore al bilancio Grigoletto per i lavori della nuova rotatoria. Anche se la ditta vincitrice dell'appalto, la Costruzioni stradali Martini Silvestro di Vo', ha offerto un ribatto del 20%, portando il costo del cantiere a 412 mila euro. @cmalfi ©RIPRODUZIONE RISERVATA