Gli uomini e le donne della Liberazione padovana

Un libro per ricostruire la storia della Resistenza in città. L'ha voluto la fondazione «Nuova società», costola degli ex Ds padovani, ed è stato pubblicato dall'editore «il Poligrafo». Curato dal capogruppo del Pd in consiglio comunale Umberto Zampieri, il volume raccoglie le ricerche fatte da tre esponenti diessini: il deputato Alessandro Naccarato (alla seconda prova da «storico» dopo il volume sul 7 aprile), il docente Giuliano Lenci e Hélene Zago. Dalla scorsa settimana, in occasione del 25 aprile, è in distribuzione nelle librerie della città. «E' dai piccoli fatti che nasce la grande storia - ricorda Zampieri - Con questo volume abbiamo voluto mantenere viva la memoria della lotta di Liberazione (in foto) dal nazifascismo, un periodo che riteniamo fondamentale per la nostra democrazia. E quella di oggi non è una ricorrenza pletorica, ma una festa di popolo. Un popolo finalmente libero». Zampieri è anche il presidente della fondazione «Nuova società», e nella raccolta dei materiali per il libro si è appoggiato a strutture come quelle dell'Anpi e come l'archivio storico del centro Ettore Luccini. «Senza il nostro prezioso archivio non ci sarebbe potuto essere questo volume - spiega Mirko Romanato - Il nostro scopo è la valorizzazione del nostro patrimonio e della storia locale». «Chi leggerà queste pagine ritroverà o potrà immaginarsi la Padova degli anni '40, con le stesse vie e le nostre piazze descritte com'erano - sottolinea Zampieri - Speriamo possa essere utilizzato anche nelle scuole, per far capire ai ragazzi com'è vivere sotto un regime totalitario». La storia della Resistenza padovana, nel volume, è raccontata attraverso le storie personali di tanti uomini e donne che si sono opposti al fascismo: pagine eroiche ma anche storie dolorose. Il libro verrà presentato giovedi 30 aprile alle 18 nella sala bianca del Pedrocchi. Oltre al curatore Zampieri ci saranno i tre co-autori Naccarato, Lenci e Zago. A moderare sarà il direttore del mattino Omar Monestier.