Uccisa dall'impatto col camion

MONSELICE. Ha perso la vita mentre stava tornando a casa, a trovare i suoi genitori. Giulia Quaini, 36 anni, residente a Verona ma originaria di Monselice, si è spenta sabato pomeriggio in seguito a un violento scontro avvenuto a Poiana Maggiore (Vicenza). La ragazza stava facendo ritorno proprio nella cittadina della Rocca.
All'improvviso, sotto una tempesta di pioggia e vento, un camion le è finito addosso. L'incidente è avvenuto nella frazione di Cagnano, poco dopo le 14, all'intersezione tra la provinciale San Feliciano e la Contellena che porta a Sossano. Giulia Quaini procedeva al volante della sua Renault 5, quando c'è stato l'impatto con un autocarro che trasportava ghiaia. Il camion era condotto da Umberto Capuzzo, 53 anni, residente a Noventa Vicentina in via Dalmazia 46, titolare di un'impresa. L'auto è stata centrata proprio all'altezza dello sportello di guida ed è stata scagliata contro la muretta di un'abitazione. E' stato dato subito l'allarme, i vigili del fuoco hanno lavorato per circa dieci minuti prima di riuscire ad estrarre la ferita e a consegnarla a medici e infermieri. Nel frattempo era arrivato l'elicottero del 118 di Padova, che ha trasportato la giovane donna all'ospedale San Bortolo di Vicenza. Giulia Quaini è stata medicata e ricoverata in Rianimazione, ma è stato tutto inutile: è morta pochi minuti più tardi. Aveva perso conoscenza al momento dell'incidente, e non l'ha più ripresa. Saranno i carabinieri di Lonigo a determinare la dinamica dell'incidente, che sarebbe stato provocato da una mancata precedenza, favorita forse dalla scarsa visibilità per il maltempo e dall'asfalto scivoloso.
Grande lo sconforto a Monselice, dove papà Luciano e la mamma Laura Berlin attendevano l'unica figlia. Giulia infatti lavorava come impiegata nel capoluogo scaligero, dove peraltro aveva avuto modo di portare avanti la sua grande passione per il canto. Laureata in lingue, e diplomata al conservatorio in pianoforte, aveva fatto parte anche del coro dell'Arena. La madre è titolare del negozio di abbigliamento «La Loggetta» in centro a Monselice.