Candia, contro gli allagamenti lavori da 70mila euro

candia canaveseSono in fase d'appalto i lavori per la regimazione delle acque, il completamento della fognatura e l'adeguamento della viabilità alle cascine Bigoglio, che a Candia Canavese si trovano nelle vicinanze del parco provinciale, in un'area di protezione ambientale. Un intervento atteso da anni e sollecitato dai residenti stanchi di percorrere la strada dissestata e di ritrovarsi con i cortili delle case coloniche allagate ad ogni temporale. Un fatto che si verificava all'altezza della strada. Le risorse arrivano da un risparmio sul rimborso dei mutui con la Cassa Depositi e prestiti, che sono stati rinegoziati. Sono 70 mila euro, a cui ne sono stati aggiunti 5 mila per la progettazione definitiva, redatta dall'ingegner Gianluca Odetto dello studio Sertec di Loranzè. Serviranno al completamento della fognatura ed al rifacimento del tratto di strada che poi prosegue in direzione di Vische. La direzione è affidata all'ufficio tecnico comunale che ha già provveduto all'accettazione delle servitù e delle indennità da parte dei privati. Le opere riguardanti la viabilità si configurano come semplice ripristino della stessa a seguito degli scavi per la posa delle tubazioni e la relativa regimazione delle acque superficiali mediante pavimentazione e sistema di griglie per la raccolta delle acque. In questo modo per i residenti nella zona e gli automobilisti finiranno i disagi ed i rischi ogni qualvolta un temporale creava allagamenti. Lungo tutto il tratto della strada su cui si affacciano alcune abitazioni della zona delle cascine Bigoglio il Comune ha inoltre posizionato quattro nuovi dossi di moderna concezione in gomma per rallentare la velocità dei mezzi in transito sostituendo quelli precedenti in cemento non più a norma, soprattutto per il passaggio dei mezzi di soccorso. Le cascine Bigoglio costituiscono uno dei più antichi insediamenti del paese lacustre, immerse nel verde del parco, ed in alcuni punti confinanti con il lago. Ora le cascine, sede di aziende agricole si alternano a case ristrutturate ed abitate da chi ha lasciato la città per vivere in un ambiente naturale. --l. m.