Obiettivo giù la bolletta Arrivano altre 108 luci a Led

ROMANO Canavese Il risparmio energetico rientra tra le priorità dell'amministrazione comunale di Romano per gli anni 2022 e 2023. L'esecutivo di Oscarino Ferrero ha infatti deciso di destinare proprio all'efficientamento energetico l'intero importo di 50mila euro concesso dallo Stato ai piccoli Comuni, procedendo alla parziale sostituzione delle tradizionali lampade della pubblica illuminazione comunale con luci a led, che danno consumi sensibilmente ridotti. L'impresa Tecno Elettra di Vercellono di Scarmagno ha già iniziato in viale Marconi la posa dei primi 48 dei 108 punti illuminanti a led compresi nell'appalto comunale. Che nel capoluogo prevede anche la sostituzione di 27 punti luce in via Circonvallazione, e 18 luci a led in via San Rocco e 15 in via Gurgo, nella frazione Cascine. I lavori di aggiornamento del sistema di illuminazione pubblica comprendono poi l'impianto di luci a led e la posa di quelle di emergenza del salone dell'ex Mulino di Cascine, riaperto dopo la messa in sicurezza (esclusa la cucina ritenuta non idonea alla preparazione dei cibi). L'intervento attuale è stato preceduto nel 2019 da quello all'impianto di competenza di Enel Sole, che sul territorio romanese aveva già sostituito oltre un centinaio di vecchie lampade nelle vie Briè e Montalenghe nel capoluogo, e nelle vie Regina e Principe Amedeo nella frazione Cascine e in Regione Poarello, verso San Bernardo. «Il nostro impegno per il risparmio energetico - ha anticipato il vicesindaco Gianluca Lalli - proseguenel 2023, seguendo le indicazioni fornite dal progetto affidato all'esperto Andrea Gianasso, ma anche con le iniziative che abbiamo già adottato in questi ultimi mesi del 2022 per ridurre i consumi e quindi la bolletta energetica del Comune. Abbiamo infatti già deciso di spegnere sin da ora, dalla mezzanotte alle cinque del mattino, la decina di fari che illuminano alcune delle parti più significative del paese, tra le quali la facciata della chiesa e l'Antica torre di Romano. Stiamo inoltre valutando insieme agli operatori commerciali locali quali sono le iniziative alternative da adottare per concorrere al risparmio di energia durante il prossimo periodo natalizio». --sandro ronchetti