Entro fine anno i 25 bus nuovi attesi per marzo

Simona Bombonato / ivreaErano attesi inizialmente per lo scorso mese di marzo, poi per settembre. Ora si sa che agganceranno il servizio extraurbano di Ivrea solo sul finire del primo quadrimestre scolastico. Con le prime immatricolazioni che Gtt «ci ha promesso di avviare entro il termine di ottobre». Si tratta dei 25 nuovi bus a gasolio di cui la tratta extraurbana di Ivrea aspetta la messa in servizio da otto mesi abbondanti per vedere sostituiti i mezzi più vecchi ormai entrati nel mito (incubo di chi viaggia). Dopo due rinvii per ragioni tecnico-burocratiche, Giovanni Ambrosio, referente Filt Cgil Ivrea e Canavese e responsabile territoriale Cgil per Ivrea, Eporediese, Calusiese, ne ha chiesto conto all'azienda. «Complessivamente entreranno in servizio 50 bus - spiega - 25 sono destinati alla zona di Alba, 25 alle linee extraurbane di Ivrea. In particolare, Gtt ha promesso che le prime immatricolazioni partiranno entro fine ottobre, quindi dovremmo esserci. Calcolando i tempi tecnici e cinque giorni lavorativi sui sette della settimana, se tutto va come annunciato dovremmo averli tutti immatricolati entro la fine dell'anno». La nuova flotta dovrebbe entrare in servizio un po' alla volta ed essere su strada con tutti e 25 i mezzi tra fine dicembre e inizio gennaio. Tra Traversella, Pont, Rivarolo, Ivrea, Gtt ha in circolazione circa 75 bus. In buona parte corrispondono ai mezzi scartati dal servizio urbano di Torino, quindi sono pesantemente fiaccati già in partenza e soggetti a guasti su guasti. A questi si sommano i dodici bus con non meno di 21 anni di anzianità e un milione di chilometri percorsi. Per ogni guasto, il bus va condotto a Gerbido per la manutenzione, il che comporta un su e giù da Ivrea di almeno quattro ore che in prima battuta spetta ai piazzalisti, poi ai meccanici, in ultimo ai conducenti. Finisce così che spesso i bus non passino alle fermate e gli utenti restino a piedi. Questo, sostanzialmente, accade da anni sulle linee Gtt del Canavese, fino al massimo storico delle cento corse al giorno saltate a settembre 2021. Intanto, sul fronte disservizi, i riflettori in questi giorni si sono accesi sulla Conurbazione, con i pullman in uso agli studenti che tornano a casa con la corsa delle 14.15 in partenza da Ivrea e diretta ad Albiano, Azeglio, Settimo Rottaro, Caravino e Cossano. Quasi quotidianamente il bus parte stracarico, lasciando tanti ragazzi alla fermata. --