Nel comprensorio Monterosa ski i prezzi per sciare non aumenteranno

AYASQuanto costerà sciare in Valle d'Aosta il prossimo inverno alla luce dei rincari dell'energia e dell'alto tasso di inflazione? La tendenza è al rialzo, con una media del più 10 per cento, ma con le dovute eccezioni, come Monterosa Ski, che annuncia: «Saranno mantenuti gli stessi prezzi dello scorso anno». A La Thuile (stagione al via dall'8 dicembre) il giornaliero, rispetto alla stagione 2021-2022 è aumentato da 43 a 46,50 euro e, in alta stagione, da 47 a 51. A Courmayeur (26 novembre-10 aprile) è salito da 51 a 56 euro, da 56 a 61 euro in alta stagione. A Pila (26 novembre-16 aprile) è salito a 50 euro (era 47 in alta stagione e 42 in bassa). A Cervinia (1° ottobre-7 maggio) la tariffa passa da 47 a 51 euro, in alta stagione da 53 a 57 euro. Opposta la scelta del maxi comprensorio del Monterosa Ski che abbraccia le valli di Ayas, Champorcher, Gressoney e Valsesia, in Piemonte. Nessun incremento alle tariffe giornaliere e stagionali, quindi, anche per favorire un pubblico sicuramente già vessato dagli aumenti dovuti dalla crisi economica che il nostro Paese sta attraversando. «I dati positivi dell'estate, unitamente all'auspicato ritorno degli stranieri, ci fanno sperare in un inverno di rilancio. Per questo vogliamo andare incontro ai nostri utenti, agevolandoli con il ritorno del prezzo dinamico attraverso, sostanzialmente, la formula del prima acquisti e meno paghi» spiega Daniel Grosjacques, direttore amministrativo di Monterosa Spa. Nel dettaglio, lo skipass giornaliero per le 3 valli (Champoluc-Frachey, Gressoney-La-Trinité e Alagna) andrà da un minimo di 38 euro ad un massimo di 60 euro. La stagione 2022/2023 inizierà il 2 dicembre e proseguirà fino al 16 aprile. Neve permettendo, l'apertura sarà anticipata agli ultimi due weekend di novembre. Chi sceglierà lo skipass stagionale, si garantirà la possibilità di sciare durante tutte le date di apertura. Lo stagionale viene proposto a 940 euro (980 nella formula freeride). «Le vendite di abbonamenti giornalieri e stagionali inizieranno a metà ottobre e ovviamente i primi a prenotare riusciranno ad assicurarsi i prezzi più bassi. Con l'avvicinarsi dell'alta stagione, i prezzi ovviamente cambieranno e aumenteranno», annuncia e puntualizza il direttore amministrativo Grosjacques. Il prezzo dinamico è stato riproposto per contenere la domanda nei periodi di picco, in modo da limitare il sovraffollamento, espandere la domanda nei periodi di media-bassa stagione. Nelle stazioni satellite di Monterosa Ski, Alpe di Mera, Antagnod, Brusson, Champorcher e Gressoney-Saint-Jean, si è invece optato per due fasce di prezzo fisse, divise tra giorni feriali e festivi: il giornaliero per Antagnod, Brusson e Gressoney-Saint-Jean varierà da un minimo di 25 euro per i giorni feriali ad un massimo di 31 euro per i festivi. Per Champorcher da 26 euro (feriali) a 33 euro (festivi). Per Alpe di Mera da 28 euro (feriali) ad un massimo di 38 euro (festivi), se acquistati on line. Anche nel caso delle stazioni minori del comprensorio non sono aumentati i prezzi degli stagionali: Antagnod, Brusson e Gressoney-Saint Jean a 449 euro, Champorcher 559 euro, Alpe di Mera 600 euro. --Amelio Ambrosi © RIPRODUZIONE RISERVATA