Milanesi vince in Valle d'Aosta e punta ai tricolori

PAVONE canavese. Fresco vincitore del campionato zonale di pesca a mosca, svoltosi al torrente Marmore di Antey-Saint-André, in Valle d'Aosta, il campione eporediese Lorenzo Milanesi, 52 anni di Pavone, portacolori della società bergamasca di Calvenzano, sta vivendo un inizio di stagione molto promettente. Lo scorso anno ha acquisito la possibilità di poter gareggiare al campionato zonale di Piemonte e Valle d'Aosta, nonostante appartenesse a una squadra lombarda in provincia di Bergamo.Così lo scorso fine settimana, sabato 25 e domenica 26 maggio, ha partecipato riuscendo a conquistare in 4 gare 3 primi posti ed una terza posizione, ruolino che gli ha permesso di aggiudicarsi il torneo: «Sono molto contento di questo successo - commenta -, perché non è stato facile, visto che gli altri concorrenti mi hanno dato del filo da torcere. Volevo a tutti i costi fare bene e mi sono impegnato mantenendo sempre alta la concentrazione e sono felice di essere riuscito a conquistare anche questo titolo, con la stagione che è iniziata in modo positivo». Milanesi parla anche della altre competizioni alle quali sta partecipando: «Quest'anno ho iniziato molto bene passando il turno delle qualifiche che danno l'accesso alla finale del campionato italiano master, dove si formerà la nazionale che parteciperà ai campionati del mondo 2020. La gara si è svolta a San Pietro in Gù, in provincia di Vicenza, e mi sono qualificato ventesimo, ultimo in graduatoria per poter partecipare alla finale del campionato italiano master. Successivamente domenica 12 maggio ho fatto 2 prove del campionato provinciale nel torrente Serio, in località Ponte Nossa, in provincia di Bergamo, ottenendo un primo e un secondo posto. Sono molto soddisfatto non soltanto della vittoria al torneo zonale, ma anche di quella del campionato provinciale nel torrente Serio, mentre per quanto riguarda la qualifica alla finale del campionato italiano master, con un pizzico di concentrazione in più, potevo anche arrivare tra i primi, invece mi sono dovuto accontentare dell'ultima posizione utile per poter staccare il pass alla finale. Fortunatamente però sono riuscito ad arpionare la qualifica con le unghie e questo è l'aspetto che in concreto contava maggiormente, ora l'obiettivo è continuare come ho fatto con il torneo zonale». --Loris Ponsetto