Addio a Vidali, volontario e fondatore del baseball sannazzarese

video Sport e volontariato in lutto per i funerali di Paolino Vidali mercoledì nella chiesa parrocchiale dei Santi Nazzaro e Celso di Sannazzaro. E’ stato un saluto corale con la chiesa piena di amici ed estimatori che hanno condiviso le attività di volontariato del 73enne morto, dopo una lunga e sofferta malattia, lunedì sera al Dea del Policlinico di Pavia. Numerose le rappresentanze del mondo del baseball, tra cui alcune atlete in divisa, della cui società locale fu nel lontano 1971 fondatore, poi tecnico, quindi apprezzato arbitro di serie A e fino alla morte consigliere. C'erano anche il responsabile del Glpi, la protezione civile di Sannazzaro, Mezzana Bigli e Scaldasole, del cui gruppo Vidali fu fondatore e volontario con il figlio Ivan; nutrita anche la rappresentanza della Confraternita del Risotto, sodalizio di cui Vidali era tesoriere oltre che appassionato cultore di gastronomia. Poco distante la bara, il figlio Ivan, il fratello Renato con la famiglia,ed altri stretti parenti. E poi uno stuolo di persone che hanno apprezzato le qualità umane del defunto. Don Vladimir Soldo nell’omelia della messa funebre ha evidenziato l’impegno sociale e sportivo di Vidali, “un impegno che sarà lungo ricordato a Sannazzaro”. Quindi la sepoltura nel locale cimitero. Servizio Calvi, video Morandi

Nuovo incendio di stoppie

È il terzo incendio in meno di una settimana nelle campagne attigue a Mezzana Bigli. Stavolta sono andati a fuoco oltre tremila metri quadrati di stoppie dietro l'azienda chimica Oxon. I pompieri di Mede e il Glpi di Sannazzaro hanno lavorato oltre due ore prima di mettere in sicurezza l'area.

Senza Titolo

VIGEVANOLa Nuova Farmacia, corso Pavia n. 73/p, telefono 0381/83632 LOMELLINATORRE BERETTIBertelegni, via Frascarolo n. 4, telefono 0384/84660MEZZANA BIGLISan Giovanni, via Roma n. 43, telefono 0384/88113

Senza Titolo

mezzana bigiliFiamme nel sottobosco ormai arido per la siccità vicino al Po, notte di apprensione a Mezzana Bigli. Sono pesanti i danni a quasi tre ettari di terreno agricolo ed, in parte, incolto, posti a margine dei due laghetti della cascina Erbatici. Le fiamme si sono sviluppate in pochi minuti