Rete di trasporti assistenziali per non far sentire soli gli anziani

L'aiutoIl nuovo servizio di radiografia domiciliare, attivato ora da Ats Pavia in Oltrepo in via sperimentale, servirà anche a ridurre gli spostamenti di persone anziane o con problemi di movimento verso gli ospedali e le strutture sanitarie che, finora, senza la disponibilità di familiari, venivano garantiti solo da Comuni, Auser e associazioni del territorio oltrepadano con i servizi di trasporto sociale, non senza difficoltà per la carenza di volontari e l'aumento dei costi, ad esempio del carburante, visto che spesso non ci sono tariffe fisse, ma c'è un contributo consigliato. L'Oltrepo ha una lunga tradizione di questo tipo di attività: una delle iniziative più longeve nella zona è il servizio di trasporto a chiamata (Mio Taxi) attivo dal 2008 tra 17 Comuni dell'Oltrepo orientale (Broni, che è capofila, Stradella, Zenevredo, Santa Maria della Versa, Arena Po, Cigognola, Colli Verdi e le Unioni di Campospinoso e Albaredo, Prima Collina e Alta Valle Versa) e gli Auser di Broni, Stradella e Santa Maria della Versa, che nel corso del 2021 ha effettuato 1.600 viaggi. Un'altra esperienza simile, e radicata da diversi anni, è quella del Taxibus, attivo nei territori della Comunità Montana proprio per agevolare gli spostamenti verso i centri della pianura. A Casteggio, invece, è nato da poco il servizio "Trasporto sociale", promosso dal Comune, in collaborazione con la Fondazione Bussolera Branca e Gal Oltrepo, che hanno finanziato l'acquisto di un pullmino, utilizzato per il servizio dall'associazione Volontari anziani. Proprio perché basate interamente sull'impegno dei volontari, le associazioni hanno accusato il colpo della pandemia e la sempre più ridotta disponibilità delle persone per effettuare i servizi. È il caso dell'Auser di Voghera, che nei giorni scorsi ha lanciato un appello per la ricerca di nuovi volontari, in particolare autisti, visto che i viaggi, soprattutto per ricoveri e analisi, sono arrivati ormai ad 80 a settimana, anche fuori provincia e regione. Guardando ad altre associazioni attive sul territorio, la onlus Mons Acutus di Montù Beccaria, ad esempio, da alcuni anni offre il servizio di trasporto gratuito alle terme di Rivanazzano per le cure termali, con un mezzo messo a disposizione dallo stabilimento. Senza dimenticare l'attività della Croce Rossa con i vari comitati sparsi sul territorio che, oltre al servizio di trasporto con ambulanza o auto, durante la pandemia ha potenziato, e mantenuto, servizi di consegna di cibo e farmaci a domicilio per le persone anziane, in difficoltà o già assistite tramite la distribuzione dei pacchi alimentari. --o.M.