Hub digitale, aperto lo spazio per educare all'innovazione

VOGHERAParte dalla sala Zonca la rivoluzione digitale di Voghera, che darà più servizi "elettronici" agli abitanti. Per l'occasione gli spazi di via Emilia diventano hub, un punto di riferimento dove tutti i cittadini potranno informarsi gratuitamente e che viene inaugurato per sostenere l'alfabetizzazione digitale dei vogheresi. «Un luogo fluido, dove mettere tutte le esigenze della città sul tavolo» ha spiegato ieri il consigliere con delega alla Digitalizzazione, Gloria Chindamo, durante la giornata finale del festival Voghera Digital, che ha visto l'inaugurazione dell'hub in sala Zonca (che ha anche ospitato per tutto il giorno eventi a tema). Presenti la sindaca Paola Garlaschelli e tanti ospiti, tra cui l'assessora regionale Elena Lucchini e il presidente della Provincia di Pavia, Giovanni Palli, che ha illustrato gli impegni della amministrazione di piazza Italia per agevolare la diffusione delle nuove tecnologie. «Voghera digital è un momento in cui l'amministrazione diventa motore attivo di diffusione della cultura digitale. Ci crediamo molto e cerchiamo di promuovere questa innovazione in tutta la comunità, non solo i cittadini, ma ad esempio anche le scuole i gruppi di volontariato» ha spiegato il primo cittadino. Tutto è iniziato con uno studio della situazione di partenza. «L'amministrazione ha creduto da subito nella svolta digitale, rendendosi conto che c'era un gap da colmare, tanto che ho assegnato una delega specifica al consigliere Gloria Chindamo. Abbiamo fatto prima di tutto una analisi dello stato dell'arte in termini della digitalizazzione, ma poi abbiamo anche immaginato che cosa volevamo che il Comune di Voghera diventasse. E abbiamo cercato di aprirci al mondo, con Voghera Digital. Tutti assieme abbiamo voluto immaginare quali sono i servizi digitali che una amministrazione comunale può offrire ai cittadini». «La digitalizzazione del Comune sarà un percorso che traccerà un prima e un dopo nei rapporti con il cittadino. -spiega Gloria Chindamo- Ci stiamo dedicando al piano per l'amministrazione digitale 2026 ». --alessio alfretti.