Velox e tutor, 270 multe al giorno S. Martino, Becca e Bressana al top

Sandro Barberis / paviaPiù di 270 multe al giorno, 100mila all'anno. I punti di controllo fissi della Provincia continuano a far piovere sanzioni sugli automobilisti. E continueranno a farlo anche nei prossimi anni, dato che le previsioni di incasso da multe sono addirittura in rialzo. Nel 2021, dati accertati dal ministero dell'Interno, la Provincia di Pavia ha staccato multe per 4.321.892 euro. E nei prossimi tre anni sono previste multe per 5 milioni di euro.Più del 40% delle multe arriva da tre dei dieci punti di controllo fissi, tutti e tre nella zona del pendolarismo da e verso Pavia: i tutor del ponte della Becca e di Bressana e il velox fisso di San Martino Siccomario. i punti più a rischioI controlli fissi gestiti dalla Provincia, tramite la polizia provinciale, sono 10. Tre sono tutor, sette velox fissi. I tutor misurano la velocità media in un tratto di strada e si supera la velocità sanzionano. Due di questi, sul ponte della Becca (50 all'ora da rispettare in entrambe le direzioni) e sul ponte di Bressana (60 orari in entrambe le direzioni), sono in cima alla classifica dei punti che emettono più multe: circa 15/16mila ciascuno all'anno. L'altro tutor è sulla ex statale 412 a Torrevecchia Pia, ai confini con il Lodigiano. I controlli fissi invece sono i "classici" velox che misurano la velocità in un determinato punto, multando chi supera il limite. Quello che eleva più sanzioni è a San Martino Siccomario sulla ex statale dei Cairoli Mortara-Pavia (70 orari in direzione Pavia), circa 12mila sanzioni all'anno. Gli altri velox fissi poi sono a Gropello, sempre sulla ex statale dei Cairoli (90 all'ora in direzione Mortara-Vigevano). E i bidirezionali di Pavia-Cassinino (70 orari), Cassolnovo (provinciale 206, 90 orari), Albuzzano (ex statale 235, 90 orari) e tra Lungavilla e Castelletto di Branduzzo (bretella Bressana-Salice, 90 orari). Da diversi invece mesi invece non è più attivo uno dei punti di più controllo più temuti. Ovvero quello sulla bretella tra Casei Gerola e Voghera, dove c'erano due rilevatori in entrambe le direzioni sulla strada a quattro corsie. Questo perché la competenza, negli scorsi mesi, è passata dalla Provincia all'Anas. I pali dei rilevatori, così come i cartelli, sono ancora sul posto. Ma Anas non ha prorogato l'ordinanza precedente della Provincia. E spostamenti degli attuali velox? Al momento i vertici della Provincia dicono che non ne sono previsti. Se ci saranno nei prossimi tempi comunque i velox fissi possono riguardare solo alcune strada individuate da un decreto della prefettura aggiornato solitamente ogni cinque anno, l'ultimo aggiornamento pavese è del 2020. Oltre alle strade dove sono già presenti controlli fissi ci sono anche la Vigentina da Pavia a San Genesio, la tangenziale est di Pavia, la strada Ottobiano-Tromello-Gambolò, un tratto della strada tra Belgioioso e Codogno, diversi tratti della strada del Penice e vari punti della ex statale Vigevanese tra Vigevano, Mortara e Candia. --