Unitre, aperti i corsi quest'anno sono 33

STRADELLASi è aperto con la prolusione della docente Pinuccia Ghioni Lo Russo, sul tema "E quindi uscimmo a riveder le stelle" l'anno accademico 2022-2023 dell'Unitre di Stradella. Nella sala Brambilla del centro polifunzionale di via Montebello, insieme a tanti iscritti e docenti, erano presenti la presidente Pinuccia Barbieri Rossi, la responsabile dei corsi, Lucia Rovati, gli assessori Andrea Frustagli e Maria Grazia Vercesi, l'arciprete don Gianluca Vernetti e i rappresentanti del gruppo Alpini, Unirr e Marinai Broni-Stradella. Sono 33 i corsi previsti durante l'anno, suddivisi tra area artistica, umanistica e scientifica: tra questi, ad esempio, una lezione sull'Accademia del Ridotto di Stradella, tenuta dal direttore artistico Livio Bollani, una lezione preparatoria alla visita alla cappella degli Scrovegni di Padova con Luigi Faggi, le tradizioni contadine con Valter Calvi, la ricerca storica su soldati dell'Oltrepo Pavese al fronte russo con Manuele Riccardi, Pavia in guerra 1940-1945 con Pierangelo Lombardi, le poesie di Emily Dickinson e Walt Whitman commentate da Carlo Morini, la lettura scenica "La nascita del giullare" con Bruno Civardi e Pino Abelli, i nuovi racconti dell'ortopedico con Emerico Luna, psicologia con Giuseppe Marino, evoluzione della viticoltura oltrepadana con Giulio Fiamberti, caffeina e dintorni con Micaela Moroni. In programma ci sono anche i laboratori: tedesco (docente Raffaella Trespidi), inglese (Chiara Massa), spagnolo (Juan Carlos Diani), cucina (Silvano Vanzulli), burraco (Alessandra Meraldi), pittura (Giuseppina Martino), scultura vegetale (Mariella Lanati), informatica (Ambrogio Grugni), scacchi (Vittorio Finardi); e non mancheranno durante l'anno gite e momenti di convivialità. I corsi e i laboratori si tengono nella sede dell'Unitre presso l'Odpf-Istituto Santachiara di via Costa: sono ancora aperte le iscrizioni, sempre presso la sede, al martedì e venerdì, dalle 15 alle 17. --O.M.