Visita di Fontana in Lomellina Firma dell'intesa sullo sviluppo

MORTARA Un'intera giornata in Lomellina per il presidente della Regione Attilio Fontana, affiancato dall'assessore agli Enti locali Massimo Sertori. Il momento più significativo della giornata di giovedì sarà la firma del protocollo d'intesa per l'accesso ai fondi della programmazione 2021-2027: ai 43 Comuni inseriti nell'Area interna "Lomellina", guidati dal capofila Mortara, arriveranno circa 15 milioni di euro. Nel protocollo d'intesa si parla di «promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo a livello locale, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree diverse da quelle urbane». Il progetto sarà coordinato dal Gal Risorsa Lomellina. LE TAPPEGiovedì mattina si partirà da Mede, dove Fontana e Sertori visiteranno l'azienda agricola del conte Besostri, alla frazione Goido, e poi la Casa della carità gestita dalla parrocchia di San Marziano. Alle 11 al teatro Besostri è in programma l'incontro per la pianificazione dell'Area interna Lomellina e la firma del protocollo d'intesa fra Regione e Comuni. A seguire, trasferimento a Pieve del Cairo per la visita alla tenuta San Marzano Mercurina, gestita dalla fondazione Darefrutto, e al castello Beccaria. Poi un altro castello, Gallarati Scotti di Cozzo, e l'ultima tappa a Mortara, dove Fontana sarà accolto dal sindaco Ettore Gerosa alla Borsa merci di piazza Trieste. Con loro ci saranno i rappresentanti delle associazioni di categoria e delle istituzionali territoriali. Da ultimo, visita ai quattro negozi storici riconosciuti dalla Regione: pizzeria Santa Lucia di via del Cannone, Guarnaschelli-Il salame d'oca di corso Cavour, Vest ben di piazza Martiri della Libertà e oreficeria Baiardi di corso Garibaldi. «Si tratterà di impostare - commenta Stefano Leva, presidente di Gal Risorsa Lomellina - progetti pensati per rendere il nostro territorio più appetibile, soprattutto dal punto di vista residenziale. Questo consentirà ai Comuni di avere a disposizione più risorse per aumentare l'attrattività, trattenere i residenti e magari spingere chi ha lasciato la nostra zona a tornare qui. Va specificato che, in ogni caso, non si tratta di una riedizione delle "zone depresse"». I COMUNII Comuni coinvolti nel progetto "Area interna" sono Mortara, Alagna, Albonese, Breme, Candia, Castello d'Agogna, Castelnovetto, Ceretto, Cergnago, Cilavegna, Confienza, Cozzo, Dorno, Ferrera, Frascarolo, Galliavola, Gambarana, Langosco, Lomello, Mede, Mezzana Bigli, Nicorvo, Olevano, Ottobiano, Palestro, Parona, Pieve Albignola, Pieve del Cairo, Robbio, Rosasco, S.Giorgio, Sannazzaro, S. Angelo, Sartirana, Scaldasole, Semiana, Suardi, Torre Beretti, Valeggio, Valle, Velezzo, Villa Biscossi e Zeme. --Umberto De Agostino