La (ri)scoperta di Alberto Ghinzani nei suoi studi di Valle e Milano

VALLE LOMELLINALo scultore lomellino-milanese Alberto Ghinzani (1939-2015) viene riscoperto con il progetto "Gli atelier nascosti", promosso dalla fondazione milanese "Piero Cattaneo" e giunto alla quinta edizione. Fino al 30 ottobre si potranno visitare, a Valle Lomellina, sia lo studio di via Breme sia la casa-archivio di contrada della Valle e, a Milano, lo studio di via D'Apulia.A Valle Lomellina la fondazione ha incontrato la collaborazione del Comune, rappresentato dal vice sindaco con delega alla Cultura Matteo Barbieri. «Siamo molti contenti - dice Barbieri - di esaltare il nostro concittadino a fianco della fondazione milanese: Alberto è stato scultore, pittore e poeta che ha indirizzato il suo interesse verso una concezione ambientale della forma e l'uso di materiali duttili per un intervento diretto sulla materia. È ricorso in particolare alla resina, capace di inglobare frammenti di vissuto, al ferro e alla polvere di marmo, mettendo in scena sempre nuovi e inaspettati paesaggi segnati dal passaggio dell'uomo. Nello specifico, il Comune ha voluto coinvolgere le scuole di Valle Lomellina e di paesi limitrofi come Mede e Lomello per far conoscere un grande vallese».Duecento alunni coinvoltiLe visite coinvolgeranno più di 200 alunni delle elementari e delle medie: si partirà domani, alle 9.15, con la visita guidata allo studio di via Breme per poi proseguire a piedi fino alla chiesa di Santa Maria e alla corte del castello, e finire nella vicina casa natale di Ghinzani. La seconda visita inizierà alle 11.15 per terminare alle 13 circa. Fino a venerdì gli alunni potranno così conoscere dove viveva e lavorava lo scultore nato a Valle Lomellina nel 1939 e scomparso a Milano nel 2015.«Entrare nell'atelier di un artista - spiega la curatrice Marcella Cattaneo - capire il mestiere e i suoi processi, scoprire spazi dove le idee hanno preso forma, toccare i materiali e gli strumenti: il pubblico viene accolto in spazi in cui si è progettata l'arte plastica e in cui vengono ancora realizzate e concepite idee scultoree. Con programmi dedicati ad adulti, famiglie e scuole, rendiamo accessibili luoghi di norma riservati svelando nuove storie nascoste». Informazioni e prenotazioni: info@pierocattaneo.org o 333.2698886 --Umberto De Agostino