Tutti i progetti di Movisport dopo i mesi dei centri estivi

VOGHERAUn'estate molto intensa appena archiviata con soddisfazione e tanti progetti in arrivo per i prossimi mesi. L'associazione vogherese Movisport è un mondo in costante movimento. Nel periodo estivo, ha gestito 4 centri estivi, tra Voghera, Lungavilla, Retorbido e Campospinoso, con la media di 200 bambini per ogni settimana.«Ci stiamo specializzando nei centri estivi, e in tutte le 4 sedi, abbiamo riscontrato un grande successo, con i bambini e genitori entusiasti», spiegano i responsabili dell'associazione vogherese. Nell'estate della Movisport, sono poi arrivate le MiniOlimpiadi, in sinergia con Comune e Polisportiva Vogherese. Il gruppo di ragazzi vogheresi, laureati in Scienze Motorie, sempre in estate, ha curato anche l'organizzazione di tre eventi sportivi con il comune di Casalnoceto. Ora si apre una nuova stagione, con tante idee in cantiere. Movisport sarà infatti protagonista nelle scuole cittadine, dove si occuperà di educazione motoria con gli studenti delle scuole primarie e d'infanzia di Voghera. Sempre in ambito scolastico, nell'istituto primario di Retorbido, l'associazione vogherese gestirà il dopo scuola. I presidenti di Movisport, Andrea Martignoni e Francesco Bertolini, e la responsabile organizzativa Valentina Pavione spiegano le altre attività in programma per i prossimi mesi: «Porteremo avanti il corso di educazione motoria per ragazzi con disabilità cognitiva, a Voghera e Rivanazzano Terme. Per la primavera-estate 2023, cercheremo di riproporre, dopo la pausa per il Covid, le Olimpiadi Iriensi, che abbiamo istituito nel 2019.Si tratta di competizioni sportive riservate agli otto istituti superiori di Voghera. Insieme al Comune di Voghera, alla Fondazione Adolescere e alla Polisportiva Vogherese, stiamo lavorando per un evento sportivo per i disabili». La Movisport, oggi, è composta da circa 40 ragazzi tutti diplomati. -- ALESSANDRO QUAGLINI