Bus, corse pomeridiane dimezzate da Milano Protesta dei pendolari

giussagoCorse degli autobus dimezzate da Milano, il Comune chiede all'agenzia del Trasporto pubblico di ripristinare il servizio come prima. La decisione ha infatti scatenato la protesta di molti cittadini, in particolare dei numerosi pendolari che si servono delle corriere per tornare a casa dal capoluogo dove lavorano. Una brutta sorpresa, dal momento che le corse pomeridiane sono state portate da 6 a 3 nella fascia oraria fra le 17 e le 19. Un dimezzamento, in pratica, che mette in difficoltà parecchi utenti abituati a prendere i pullman all'uscita dal lavoro per ritornare a casa. E che, ora, sono costretti invece a cambiare orari o a fare in altro modo. Le segnalazioni sono arrivate anche in Comune, come spiega lo stesso sindaco Albino Suardi.«Questa decisione ha certamente creato non poche difficoltà a chi deve tornare da Milano dal lavoro _ spiega _ anche perché non ne è stata soppressa una sola, ma addirittura tre su sei. Cioè esattamente la metà». Una decisione, precisa però anche il sindaco, su cui il Comune può fare ben poco visto che la scelta è stata operata dall'agenzia del trasporto pubblico, l'ente competente a regolare il servizio in tutta la Lombardia. Nonostante questo, il Comune si è attivato immediatamente chiedendo il ripristino del servizio. «L'amministrazione ha contattato l'agenzia competente, in merito al trasporto pubblico, della tratta sul nostro territorio, della provincia di Milano e Pavia, proprio al fine di ottenere il ripristino delle corse introdotte, a suo tempo, durante il periodo di emergenza Covid _ prosegue Suardi _. Vorrei anche aggiungere che la soppressione è stata attualmente e unilateralmente decisa dall'agenzia medesima. Confidiamo in un positivo riscontro da parte dei soggetti competenti, al fine di ottenere la riattivazione delle corse che risultano ad oggi soppresse ed evitare ulteriori disagi agli utenti fruitori del servizio». --g.s.