Medico in pensione 1.500 pazienti restano "scoperti"

MARCIGNAGOAnche Marcignago entra nel lungo elenco dei Comuni in crisi per la carenza di medici di base. Il dottor Maurizio Coronelli è andato in pensione e gli altri due medici in servizio in paese hanno già raggiunto il numero massimo di pazienti e non possono accoglierne altri. Coronelli aveva circa 1500 pazienti che ora devono trovare al più presto un medico. Ma non è facile, vista la situazione del distretto sanitario in cui si trova Marcignago. Il sindaco Lorenzo Barbieri si è mobilitato per cercare al più presto una soluzione: «Mi sto interessando della questione e mi batterò per trovare un medico di base per i miei cittadini».INCONTRO CON ATSAll'inizio di questa settimana c'è stato un incontro tra il sindaco e il responsabile dell'Ats che gestisce i medici di base. Il problema è che gli ex pazienti del dottor Coronelli non potranno essere "assorbiti" dai professionisti in servizio a Marcignago, che hanno già raggiunto il massimale. Nel distretto ci sono due medici (il dottor Kalhroudi Moundi e il dottor Victor Bella) che hanno ancora la possibilità di accogliere pazienti, ma hanno l'ambulatorio nel vicino Comune di Trivolzio. «Pur non essendo competenza del Comune la gestione dei medici di base - spiega il sindaco Barbieri - ci sta comunque a cuore la tutela dei nostri cittadini, in modo particolare quelli più fragili. Per questo motivo - prosegue il primo cittadino - abbiamo contattato i medici disponibili invitandoli a garantire una presenza nell'ambulatorio di Marcignago, ricevendo da uno una risposta negativa, mentre con l'altro stiamo concordando eventuali possibilità».LE REGOLELa questione è delicata e difficile per parecchi Comuni, e i problemi sembrano nascere dalle regole attualmente in vigore. «Purtroppo - afferma il sindaco Barbieri - il fatto di non avere più, come accadeva una volta, la figura del medico "comunale", ma bensì quello di "distretto", provoca questi disservizi per la cittadinanza, problemi di cui la Regione Lombardia dovrebbe farsi carico senza lasciare in balìa di difficili iscrizioni e scelte la popolazione, specialmente le persone più anziane e in difficoltà. Tuttavia - conclude Lorenzo Barbieri - la nostra amministrazione farà di tutto per ottenere un nuovo medico di base per i cittadini di Marcignago». --Davide Aiello