La Juve sprofonda allo Stadium Il Benfica rimonta Milik e vince

Michele Di Branco Sconfitta meritata e probabilmente determinante per la Juve che scivola a meno sei dal Benfica pregiudicando le sue chance di qualificazione agli ottavi di finale. La partenza a razzo dei bianconeri, come altre volte, aveva illuso: al 3' Paredes scodella un calcio di punizione nel cuore dell'area e il solito Milik colpisce la palla di testa infilando l'angolo di Vlachodimos. Il vantaggio galvanizza i bianconeri, aggressivi e abili a sfruttare Cuadrado e Kostic sulle fasce. Proprio il serbo, al 9', sfiora il raddoppio con una conclusione mancina un po' strozzata che sfiora il palo.Il Benfica dei palleggiatori Fernandez e Florentino soffre la pressione in mediana della Juve, garantita da Paredes e Mc Kennie. Al 18' un cross di Miretti sfila pericolosamente in area portoghese. Pessimo fallo sul giovane bianconero al 25': giallo per Bah. Pericolo per la Juve un minuto dopo: Neres a due passi da Perin non angola il colpo di testa tirando addosso al portiere. Lo spavento incoraggia il Benfica e blocca la Juve che indietreggia. Bianconeri troppo passivi e imprecisi in costruzione: al 36' Neres ci prova da fuori area ma Perin è attento. Al 38' solo il palo salva il portiere da un destro a giro del brillante Rafa Silva. Il pareggio, ormai nell'aria, è però solo rimandato: al 43' il Var segnala all'arbitro un fallo ingenuo e inutile di Miretti su Ramos e Joao Mario trasforma il rigore. Dopo il riposo, al 50' Milik scalda le mani di Vlachodimos da fuori area. L'inerzia della gara però è cambiata e il Benfica lo fa pesare al 54': Neres si avventa su una respinta di Perin su tiro di Rafa Silva e manda avanti i suoi. Juve in confusione: al 60' Bonucci salva su tiro a colpo sicuro di Bah. Benfica scatenato: Perin al 63' si oppone ad una sassata di Rafa Silva. Si gioca ad una porta sola: al 66' ancora Bonucci salva alla disperata su una mischia in area. Il tiro a segno non si arresta: al 67' Perin si oppone bene a Neres. La Juve in ostaggio della ragnatela portoghese va comunque vicina al gol al 71': Kean appena entrato fa partire da sinistra un tiro che si stampa sul palo. Sulla respinta, parato il tiro di Di Maria. Juve in caotica e disperata caccia del pari: all'87' Bremer lo spreca tirando alto a tu per tu col portiere. È l'ultima illusione, il Benfica governa con serenità il finale e la sconfitta è ormai servita. -- © RIPRODUZIONE RISERVATA