Ex hotel Genzianella Aperto il cantiere si rimuove l'amianto

MENCONICO Via ai lavori di rimozione della copertura in amianto dell'ex ristorante e hotel Genzianella che da un anno e mezzo è di proprietà dell'amministrazione comunale di Menconico. La struttura, che si trova lungo la strada che dal Passo Penice sale al monte Penice, abbandonata da oltre trent'anni, oltre ad essere degradata e fatiscente aveva una copertura completamente in amianto.«Proprio in questi giorni - spiega il sindaco di Menconico, Paolo Donato Bertorelli - abbiamo incaricato una ditta specializzata per rimuovere l'amianto. I lavori sono stati finanziati dalla Regione Lombardia e dovrebbero essere completati entro la fine del mese di ottobre».A maggio del 2021 la famiglia Taverna aveva donato l'ex ristorante, pizzeria, hotel La Genzianella al Comune. La struttura situata a 1340 metri lungo la strada, che sale alla vetta del Monte Penice, era chiusa dal 1985. Era un punto di ristoro ideale a ridosso della pista da sci che dalla vetta del Penice scendeva al passo mentre in estate era punto di riferimento per chi faceva trekking lungo le montagne dell'Appennino. L'amministrazione comunale al posto dell'ex albergo intende realizzare un'area dedicata al ristoro e alle grigliate. «Andremo ad abbattere e bonificare dall'amianto la vecchia struttura per poi creare uno spazio dedicato ai turisti e alle famiglie - afferma ancora il sindaco Bertorelli -. Realizzeremo alcune capanne in legno, una fontana e posizioneremo un grosso barbecue per le grigliate. Per realizzare questo progetto parteciperemo ad un bando regionale. Quest'area ristoro sarà la prima e l'unica che sarà realizzata sul Monte Penice. Avrà l'obiettivo di richiamare i turisti e di fungere da punto di attrazione per la nostra vallata». --Alessio Alfretti