Distretto commercio Negozi di vicinato e spesa in bicicletta

CASEI GEROLARiconosciuto dalla Regione lo scorso gennaio, il distretto del commercio "Terre di confine... oltre il Po" (costituito dai Comuni di Casei Gerola, Cervesina, Corana, Cornale e Bastida, Silvano Pietra) partecipa al suo primo bando.Promosso dalla Regione, il bando "Sviluppo dei distretti del commercio 2022-2024" prevede iniziative che possono arrivare a costare oltre 1,2 milioni di euro e che possono essere finanziate con una compartecipazione degli enti (con una cifra che può arrivare sino a 630mila euro). La quota di spese a carico degli enti locali potrà essere coperta da risorse autonome degli Enti, da altri contributi o trasferimenti pubblici (dello Stato, della stessa Regione o di altri enti pubblici) o da altre fonti, come le sponsorizzazioni.Il Comune di Casei Gerola (che è capofila del distretto) e le altre municipalità, hanno già le idee chiare sugli elementi distintivi del progetto, che vale 330mila euro: «Questo è il primo bando al quale partecipiamo. - spiega il sindaco casellese, Leonardo Tartara - Faremo leva su alcuni principi: un distretto di mobilità sostenibile nel quale si può fare la spesa in bicicletta, l'abbellimento e l'aggiunta di servizi in alcune aree dove si trovano i nostri negozi di vicinato e il supporto ai nostri piccoli imprenditori per lavori da eseguire o attrezzature da acquistare. Il bando è per 330mila euro, la metà dei fondi vengono da finanziamento regionale e la metà dai Comuni. Una parte è riservata agli investimenti, un'altra è destinata a finanziare le piccole imprese. Il nostro è un accordo paritetico: tutti i Comuni partner hanno la stessa dignità e nel caso in cui vincessimo il bando, avranno la stessa quota». --A.Alf.