Altre auto incendiate di notte «Basta, qui c'è un piromane»

pieve del cairoUna serie di incendi notturni, in ogni stagione e con ogni condizione meteo, troppo lunga per non destare sospetti. C'è l'ombra del piromane sui continui roghi di auto e oggetti, già 5-6 casi, che hanno colpito negli ultimi mesi la zona di Pieve del Cairo. Il modo di operare pare sempre lo stesso. Le "vittime" preferite sono le auto lasciate in zone isolate nella remota e tenebrosa campagna Lomellina. Nessuna telecamera, nessuno occhio indiscreto, ma tanti sospetti. L'ultima auto ad andare in fiamme è stata alla frazione Gallia nella notte tra venerdì e ieri. Sono intervenuti i pompieri di Mede. Quando sono arrivati, il veicolo era già in fiamme. I pompieri l'hanno spento con gli estintori evitando guai peggiori. Vicino all'auto non c'era nessun innesco riconoscibile e nemmeno una tanica. I residenti della zona, però, hanno chiamato anche i carabinieri. Sono intervenuti i militari di Sannazzaro, compagnia di Voghera competente per il territorio. I residenti riferiscono ai militari più o sempre il solito copione. Ovvero nel cuore della notte si sentono all'improvviso rumori dal nulla ed è un'auto che va in fiamme. Tutti veicoli che erano parcheggiati, con il motore sicuramente spento da ore. Insomma, risulta chiaro che non possano avere tutte preso fuoco per un guasto, magari una sì. «E tutte le altre?», si chiedono i residenti. Diversi incendi simili in pochi mesi in un fazzoletto di terra così ridotto e poco popolato destano a tutti più che un sospetto. «Il timore è che fatti del genere possano ripetersi, da qui la segnalazione alle forze dell'ordine - hanno spiegato l'altra notte allarmati alcuni residenti -. Qui ci sono alcune case e un allevamento di cani: si spera sempre che le fiamme non si propaghino». --S.bar.