Rapinatori seriali di farmacie decisivi i video: due in manette

Adriano Agatti / paviaRapinatori seriali di farmacie che hanno preso di mira Pavia e il Pavese. Due uomini, Davide Scaringella, 38 anni e Maurizio Manini di 62 anni, entrambi abitano nel lodigiano, sono stati arrestati dai carabinieri del reparto operativo e radiomobile della compagnia di Pavia. sei rapineDevono rispondere di cinque colpi messi a segno in città e di una rapina ai danni della farmacia Fugazza di Torrevecchia Pia. I due erano stati già arrestati in flagranza di reato, nel mese di febbraio del 2022, dai carabinieri di Milano dopo un assalto alla farmacia di Vizzolo Predabissi.L'inchiesta dei militari pavesi ha permesso di scoprire, grazie ai filmati e al riconoscimento fotografico, le responsabilità della coppia lodigiana anche nei colpi pavesi. Le rapine erano state messe a segno tra il mese di novembre del 2021 e il mese di febbraio dell'anno successivo. Ecco l'elenco completo.Il 25 novembre del 2021 i due, secondo l'accusa, avevano preso di mira la San Patrizio alla Minerva, il dieci di dicembre il secondo colpo alla Moderna di via Trento. Manini e Scaringella avevano ripreso «l'attività» il 30 di dicembre con l'assalto alla farmacia San Lanfranco. Con il nuovo anno erano ritornati in azione. Il 4 gennaio avevano preso di mira la Maverna di via Olevano mentre dieci giorni dopo erano ritornati alla Moderna di via Trento. Il primo febbraio solo uno dei due aveva preso di mira la Fugazza di Torrevecchia Pia. Il modo di agire non cambiava. Maurizio Manini faceva il palo e l'autista. Restava all'esterno delle farmacie mentre il complice più giovane entrava armato di un grosso coltello con il volto coperto da mascherine chirurgiche. Il farmacisti venivano minacciati e costretti a consegnare gli incassi. I due hanno intascato, complessivamente, circa quattromila euro in contanti. In alcuni colpi si sono dovuti accontentare di poche centinaia di euro. Ma non sono sfuggiti alla caccia dei carabinieri. La posizione degli arrestati è ancora all'esame degli investigatori: potrebbero aver messo a segno altri colpi. --© RIPRODUZIONE RISERVATA