Denunciati due giovani che hanno aggredito l'autista di un pullman

Adriano Agatti / vidigulfoL'autista di Autoguidovie colpito a testate e manate: aveva ordinato ai due passeggeri di spegnere la sigaretta. I picchiatori, dopo dieci giorni, sono stati identificati dai carabinieri: sono un ragazzo di 19anni e l'amico 25enne. Entrambi abitano a Vidigulfo e sono già conosciuti dalle forze dell'ordine. I carabinieri della stazione di Landriano li hanno identificati grazie alle immagini delle telecamere della videosorveglianza che Autoguidovie ha installato sui pullman. I due, che sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Pavia, dovranno rispondere alle accuse di lesioni e interruzione di pubblico servizio.Era il pomeriggio del 26 agosto scorso e quel viaggio da Milano-Romolo a Pavia per l'autista di Autoguidovie, un 29enne che abita a Bressana, è diventato un vero e proprio incubo.Già alla partenza i due giovani passeggeri di Vidigulfo si sono distinti per il comportamento indisciplinato e maleducato. I giovani ascoltavano la musica a tutto volume e si sono messi a fumare nonostante il divieto sui mezzi pubblici. Dopo la partenza da Milano sono iniziati i problemi.Lite con l'autistaI due giovani volevano anche bloccare la corsa del pullman per espletare i loro bisogni fisiologici. «Non mi posso fermare dovete aspettare», è stata la risposta dell'autista. I due hanno anche molestato gli altri passeggeri. «Fermati, facci scendere perché dobbiamo andare in bagno», hanno continuato a chiedere all'autista.Il dipendente di Autoguidovie, a questo punto, è stato colpito al volto ed è stato costretto a fermarsi a Vidigulfo, alla fermata di via Libertà. I due sono scesi dal pullman e si sono allontanati di corsa. Ma le telecamere li hanno filmati. L'autista è stato soccorso dal personale del 118 ed è stato accompagnato in ospedale. È stato dimesso con due settimane di prognosi. --