Fusione tra i Comuni Un doppio incontro per spiegare le ragioni

CAMPOSPINOSODue incontri per spiegare alla popolazione di Campospinoso e Albaredo Arnaboldi il progetto di fusione dei Comuni che dovrà passare attraverso un referendum entro la fine dell'anno.I sindaci Olga Volpin e Francesco Preda, insieme agli altri amministratori, hanno deciso di convocare la popolazione per illustrare e commentare insieme il progetto, che ha già ottenuto il via libera dei rispettivi consigli comunali a luglio.Il primo appuntamento è domani sera, alle 18, mentre il secondo è lunedì 12 settembre, alle 21: entrambi gli incontri si terranno al campo sportivo di via Giardino 1, a Campospinoso, e si svolgeranno anche in caso di maltempo. Il progetto prevede la fusione per incorporazione del Comune di Albaredo Arnaboldi in quello di Campospinoso, creando un unico Comune di 1.313 abitanti: con il referendum, che dovrebbe essere convocato prima di Natale, i residenti dei due Comuni dovranno scegliere anche il nome del nuovo soggetto tra le opzioni "Campospinoso" e "Campospinoso Albaredo", quest'ultima la dicitura che aveva il Comune fino al 1948 quando è stato smembrato. Gli incontri con la popolazione fanno parte dell'iter previsto dalla procedura di fusione che prevede, tra i prossimi passi, il via libera da parte della giunta regionale e l'indizione della consultazione popolare. Nel frattempo, i cittadini hanno tempo ancora fino alle 12 del 22 settembre per presentare eventuali osservazioni e suggerimenti allo studio di fattibilità che i Comuni hanno commissionato a sostegno della decisione di unificare i due centri lungo la Bronese, che già da più di vent'anni sono in unione e condividono parecchi servizi. Per convincere i cittadini ad appoggiare il progetto, le amministrazioni punteranno soprattutto sui benefici economici, 2,3 milioni di euro in dieci anni nelle casse del nuovo Comune, che serviranno per migliorare i servizi pubblici e la manutenzione del verde e del territorio e diminuire la pressione fiscale. --O.M.