Bonifica nella fabbrica Procede l'appalto

SANTA GIULETTAVenti ditte in corsa per il primo lotto di lavori di messa in sicurezza della ex Vinal di Santa Giuletta. Alla manifestazione di interesse hanno partecipato 59 imprese e il Comune ha dovuto procedere al sorteggio: le venti ditte ora saranno invitate a presentare la propria offerta per la gara di appalto vera e propria. I lavori del primo lotto consistono nella rimozione di circa 15mila metri quadrati di coperture in amianto, nella loro parziale sostituzione e nella demolizione di alcune strutture all'interno del complesso che dà sulla via Emilia e che è abbandonato da oltre 15 anni. Oltre all'amianto, poi, con un secondo lotto di lavori, bisognerà bonificare i silos e le vasche dove sono stoccati centinaia di ettolitri di materiali e sostanze inquinanti, tra cui acidi, olio combustibile, oli esausti. Il progetto definitivo ammonta a 1,4 milioni di euro, di cui 1 milione di lavori, tra rimozione e smaltimento amianto (385.000 euro) e altre opere (596.000 euro), e 400.000 euro di Iva e spese tecniche. Costi che sono aumentati del 20% nel giro di cinque mesi, visto che il progetto aggiornato a marzo 2022 ammontava a 1,2 milioni di euro, ma i rincari dei prezzi delle materie prime hanno fatto lievitare le spese. I lavori del primo lotto sono finanziati con il contributo di 2,2 milioni di euro che la Regione ha stanziato per la messa in sicurezza complessiva dell'area. Un intervento tanto atteso dalla popolazione e non solo per dare una nuova vita a questa enorme area dismessa. --O.M.