Vinuva abbinato allo sport In bici sulle strade del gusto

StradellaUn Vinuva in bicicletta: il progetto enoturistico verrà presentato dall'assessore stradellino Andrea Frustagli durante la tradizionale fiera locale del vino che si terrà in piazza Trieste dal 16 al 18 settembre. L'assessore ed Emanuele Bombini (presidente del Comitato eventi sportivi Oltrepo) stanno lavorando all'idea di abbinare la passione per la bici alla promozione delle aziende locali. IL PROGETTO«Vogliamo poter mettere in campo - spiega Frustagli - un'edizione speciale del Vinuva nella prossima primavera. Si chiamerà Vinuva Bike. Non sarà una corsa, ma una gita in bicicletta che avrà come tappe le nostre aziende vinicole. Si potranno così conoscere e, magari,degustare, ovviamente con moderazione sportiva, le produzioni e le realtà oltrepadane». Il percorso, con ovvie modifiche e adattamenti, dovrebbe ricalcare in parte il circuito collinare divenuto celebre durante la tappa stradellina del Giro d'Italia 2021. Il circuito, ancora oggi percorso da centinaia di ciclisti in ogni week end, è di 35 chilometri attraversando sette differenti Comuni: Zenevredo, Montù Beccaria, Montescano, Castana, Cigognola, Broni, Canneto Pavese. Un itinerario impegnativo soprattutto se non si hanno velleità da scalatori. Ma non sarà questo l'obiettivo del Vinuva Bike.IL PERCORSO«Certo - spiega Frustagli - con Emanuele studieremo un percorso adatto a chiunque abbia un minimo di familiarità con la bici. Non sarà comunque un evento competitivo, ma una giornata di relax per tutti sulle nostre colline». Un pezzo importante del tracciato del Vinuva Bike sarà la pista ciclopedonale di San Zeno. Il Comune di Stradella starebbe pensando di tutelarla meglio dalle incursioni dei vandali che più volte hanno abbattuto le sbarre che impediscono a moto e auto di percorrerla. «La ciclabile di San Zeno - ipotizza l'assesore - potrebbe diventare, quel giorno, una vetrina delle aziende vinicole con piccoli stand informativi e con i prodotti della nostra zona». Intanto, si prepara il Vinuva classico con musica e degustazioni (guidate dal Club del Buttafuoco Storico). Si parte venerdì 16. E già da allora si inizierà a parlare della prima rassegna del vino in bicicletta. «Dopo l'arrivo a Stradella del Giro d'Italia e la Freccia dei vini - conclude Frustagli - sarebbe il completamento di un percorso. Un punto d'arrivo e di partenza. Vino e bici stanno bene insieme». --Franco Scabrosetti