Un libro per spiegare ai non addetti ai lavori come tutelare la salute

MEZZANINO«Con la pandemia chiunque si è improvvisato a fare sanificazione ambientale, anche chi faceva tutt'altro». A lui, Andrea Casa, la Mondadori nel febbraio 2020 ha invece chiesto di spiegare in un libro quali sono le regole per avere aria non contaminata, «cosa fare per evitare di ammalarsi, non solo per un virus, ma anche a causa della presenza di miceti come ad esempio l'Aspergillus, che può provocare polmoniti spesso letali, o di batteri e muffe - spiega il presidente e fondatore di Alisea - gli impianti di trattamento dell'aria sono molto utili ma hanno un difetto: fisiologicamente tendono a contaminarsi. Arrivano polveri dall'esterno, si sedimentano e danno una prima contaminazione chimica che provoca allergie. I batteri e miceti che colonizzano gli impianti fanno sì che l'aria esca fortemente contaminata: di virus ne entra e ne esce uno, e ha bisogno di una cellula ospite per replicarsi. Di batteri e miceti uno ne entra e ne escono qualche milione. Sono tutte cose ancora poco conosciute». Da qui è nato il libro «Respirare aria pulita - L'importanza dell'igiene aeraulica nella vita di tutti i giorni», edito appunto da Mondadori e che Casa presenterà il 15 settembre alle 18 alla libreria Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. «Ho cercato di spiegare, anche con riferimento agli ambienti domestici, quali sono le compromissioni alla salute che possono derivare dal trattamento dell'aria - aggiunge Casa - è un viaggio ideale all'interno di questi temi, per non addetti ai lavori». Casa, considerato il massimo esperto italiano di igiene idraulica, ha al suo attivo varie pubblicazioni su testate italiane e internazionali e interventi su media nazionali. -- L.Si.