Senza Titolo

SARTIRANANon solo piatti a base di rane domani a Sartirana. I visitatori, che ogni anno si contano a migliaia nel paese lomellino, avranno modo anche di visitare la Pila, storico edificio del Settecento che apre i propri spazi a fianco del trecentesco castello. «Accompagnati da una guida - spiega il proprietario Simone Furlan - i visitatori potranno ammirare gli antichi magazzini di stoccaggio, il rarissimo mulino a ruota orizzontale e i macchinari storici per la lavorazione del riso. Inoltre, novità assoluta, grazie alla collaborazione con Ecomuseo del paesaggio lomellino sarà possibile vedere due proiezioni olografiche bidimensionali». Il primo ologramma riproduce una mondina che racconta i processi di lavorazione del riso che venivano svolti all'interno della Pila: il secondo ha le sembianze di una giovane modella che narra la storia artistica di Ken Scott, famoso stilista degli anni Settanta, di cui la Pila ospita due splendide collezioni, una dedicata ai foulard e l'altra ispirata al cibo. Le visite nell'antico fabbricato rurale partiranno alle 11 e alle 15.30 e dureranno circa un'ora. Costo d'ingresso: 5 euro; gratuito per i bambini fino a dodici anni. Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare allo 0384.800412 o scrivere a info@lapilaeventi.it Fra le iniziative collaterali di domani ci sono anche le "Bancarelle nei dossi", fra il castello e l'area di via Roma, e le visite al trecentesco castello. Infine, in piazza Ludovico di Breme (castello), dalle 9 alle 18, si potranno ammirare gli scatti sul tema del lavoro a cura dell'Associazione fotografica Frascarolo. Oggi e domani, poi, al Giardinetto estivo di via Roma si potranno degustare le rane e altri piatti tipici alla 50esima Sagra della rana. Le massaie del paese avranno a disposizione quattro quintali di rane per rinnovare l'antica ricetta della cuoca del ristorante Müdlì Angela "Angiulìna" Invernizzi. --Umberto De Agostino